L’amministrazione comunale, seguendo le linee programmatiche, attraverso la polizia locale avvia una campagna straordinaria di sicurezza stradale rivolta alla salvaguardia dei percorsi pedonali e delle aree stradali riservate alla mobilità delle persone.

Si tratta di una scelta che nasce da una riflessione puntuale sui dati di attività ricavati dai controlli stradali nel centro urbano, dai quali si legge che, ancora oggi, la cosiddetta sosta selvaggia incide in misura sostanziale sui livelli di sicurezza dei pedoni. Sono state, infatti, 4228 le contravvenzioni elevate da gennaio a novembre di quest’anno per violazioni dell’articolo 158 del codice della strada e riconducibili a sosta sul marciapiedi (2050), sosta nello stallo dei disabili (277), sosta su intersezione (965) e sosta su attraversamento pedonale (936)

Una situazione che è causa di disagi reali e gravi in modo particolare per le fasce deboli dell’utenza stradale, primi tra tutti coloro che sono colpiti da disabilità motorie, le persone anziane, i bambini con le loro mamme.

La campagna è stata presentata ieri mattina nella sala consiliare di Palazzo Ducale alla presenza del sindaco Nicola Sanna, dell’assessore alla Mobilità Antonio Piu, del comandante della polizia locale Gianni Serra.

«Come amministrazione comunale – ha detto il primo cittadino – siamo impegnati a realizzare tutti quegli interventi necessari per rendere più agevole vivere nella nostra città. L’abbattimento delle barriere architettoniche è stato inserito in un programma di grande impegno. Abbiamo contratto un muto di 7 milioni di euro per realizzare oltre cento interventi su strade, marciapiedi e, appunto, abbattimento delle barriere architettoniche, con uno sguardo rivolto alla mobilità di chi ha abilità diverse. Una serie di interventi sostanziali ma che guardano al rispetto delle persone».

L’assessore Antonio Piu, nel ricordare lo slogan della campagna “Il vero handicap è la maleducazione”, ha fatto presente che questo tipo di comportamenti devono essere combattuti. «Da un recente studio – ha aggiunto – è risultato che i marciapiedi devono essere rifatti a causa del parcheggio selvaggio» che con questa campagna verrà contrastato.

Attraverso il servizio della polizia locale, quindi, è stato rilevato che la sosta di autovetture sui marciapiedi costituisce, spesso, una consuetudine. Un fatto che è stato dimostrato dai numeri delle sanzioni elevate e rappresenta una condotta particolarmente pericolosa per la sicurezza stradale.

«Ci siamo concentrati su aree pedonali – ha detto il comandante della polizia locale di Sassari – e in quelle che stanno dentro un percorso pedonale, quindi scivoli e passaggi pedonali che devono essere salvaguardati. Siamo convinti che su questa tematica la sensibilizzazione sia accesa».

L’amministrazione comunale, memore della propria esperienza di auto sensibilizzazione fatta nel 2015 con la “passeggiata in carrozzina”, ha posto in essere una serie di azioni sia di abbattimento delle barriere architettoniche che di repressione, in conformità alle linee programmatiche.

Sono stati avviati, infatti, una serie di lavori nelle vie del centro cittadino quali via Enrico Costa, via Diaz, via Asproni, via Satta e via IV Novembre.

«È bello che la città dia un segno – ha detto la presidente del consiglio Esmeralda Ughi – perché la mobilità sostenibile è importante. E il fatto che parta dalla sala consiliare è un messaggio forte».

Per rappresentare fedelmente il disagio che affronta quotidianamente una persona affetta da patologie invalidanti, la polizia locale di via Carlo Felice ha realizzato un video, al quale ha partecipato un giovane disabile, Davide Nuvoli sulla carrozzina dopo un gravissimo incidente stradale. Davide, accompagnato dal padre Franco per 200 metri, partendo dalla propria abitazione, si è scontrato con una realtà pesante, fatta di marciapiedi utilizzati in maniera scorretta dove vengono parcheggiate le autovetture.

Una situazione di indifferenza rispetto alle difficoltà che incontra quotidianamente un cittadino disabile.

Al video realizzato dalla polizia locale hanno partecipato anche alcuni testimonial a sostegno della campagna, tra questi i giocatori di basket in carrozzina della Dinamo Lab, il tennista paralimpico Albeto Corradi, la consigliera comunale Francesca Arcadu, la presidente della commissione disabilità Pina Ballore, Stefano Mazzola commissario dell’Anmic Sassari, Paolo Poddighe presidente regionale del comitato italiano paralimpico, Lorenzo Sanna dirigente dell’Anmic Sassari, il gruppo sportivo San Paolo con la squadra Mini Blu 2006.

Obiettivi dell’amministrazione sono anche quelli di incrementare l’attività di promozione dell’informazione e la sensibilizzazione sulla disabilità basata sul rispetto dei diritti umani. L’insediamento della commissione comunale sulle disabilità è un esempio dell’attenzione che l’amministrazione ha voluto dare a questa realtà.