La nuova avventura della Dinamo Banco di Sardegna Sassari, nella stagione sportiva 2017/18, è iniziata. Nel penultimo weekend di settembre la squadra di coach Federico Pasquini ha, infatti, partecipato alla prima competizione ufficiale prevista per la nuova stagione agonistica, la Supercoppa. Quattro partecipanti, secondo il format in vigore già da qualche anno, ovvero le vincitrici di Scudetto e Coppa Italia della passata stagione, insieme alle seconde classificate delle stesse due competizioni. La Dinamo ha partecipato in virtù del raggiungimento della finale in Coppa Italia e, in semifinale, ha trovato di fronte a sé i Campioni d’Italia della Reyer Venezia. Non è stato un esordio fortunato e l’avventura del Banco, presentatosi all’appuntamento privo degli infortunati William Hatcher e Scott Bamforth, è terminata subito, dopo una gara in cui è riuscito a dire la propria solo in avvio, per poi subire la maggiore organizzazione e concretezza dei lagunari. Difesa ancora da registrare e, nell’occasione, attacco che ha avuto pochi protagonisti, Polonara (23 punti, record di punti messi a segno da un atleta italiano in questa competizione) e Pierre, risultando poco incisivo e fluido. Il primo trofeo dell’anno (sportivo) è andato alla EA7 Emporio Armani Milano, che dopo aver battuto Trento in semifinale, ha piegato anche la resistenza, appunto, della Reyer.

Il precampionato del Banco non è stato privo di difficoltà. Con giocatori come Pierre e Planinic impegnati con le rispettive Nazionali, si è dovuto aspettare un po’ per avere il roster al completo e per iniziare, dunque, il processo di amalgama del gruppo. Anche qualche acciacco non ha risparmiato i biancoblù, con piccoli problemi a Devecchi, Spissu e, come detto, Hatcher e Bamforth, quest’ultimo infortunatosi “a più riprese”. I tornei amichevoli sono risultati un po’ meno “impegnativi” rispetto agli anni passati e la Dinamo se li è aggiudicati tutti, perdendo, 66-85, soltanto l’amichevole con Avellino disputata a Padru, con in palio il “II trofeo Biennale di Padru” (nel torneo del Geovillage, invece, si era imposta sulla stessa Avellino, in finale, per 79-72).

È una squadra ancora tutta da scoprire, che lascia pensare di poter far divertire i propri tifosi, anche se al momento non risulta facile esprimere un giudizio reale, per le poche gare disputate con squadre teoricamente del proprio livello. Di certo si può dire che l’atleta che ha colpito di più è Scott Bamforth, che in certi frangenti ricorda molto il “professor” David Logan, pur avendo una maggiore fisicità rispetto a lui. Non è stato fortunato nel precampionato e la speranza è che non sia “di cristallo” dal punto di vista fisico. Ha destato una buona impressione anche Dyshawn Pierre, arrivato con una condizione fisica ovviamente già buona dal momento che stava lavorando e giocando con la Nazionale canadese (ne consegue che, a meno che non sia Superman, avrà un fisiologico calo di forma), mentre Deshawn Jones potrà certamente dire la propria con la prestanza fisica che si ritrova, anche se, per esempio, nella gara di Supercoppa con Venezia si è spento troppo presto dopo un avvio straripante. Come previsto, ha terminato la sua breve parentesi biancoblù Erazem Lorbek, che si era unito ai sassaresi per la preparazione, viste le iniziali assenze.

Il campionato dirà di più, soprattutto perché l’inizio non sarà certo “leggero” per i biancoblù. Cantù, Torino, Reggio Emilia, Bologna e Milano saranno le avversarie del Banco nel mese di ottobre. Milano, ora guidata dall’ex CT della Nazionale Azzurra Simone Pianigiani è, come ogni anno, la favorita numero uno, Reggio Emilia ha forse qualcosina in meno rispetto agli anni scorsi, ma ha “inchiostrato” il trentunenne georgiano Manuchar Markoishvili, atleta in grado di dare tanto e far fare il salto di qualità ad una squadra, integrità fisica permettendo (ha avuto dei problemi ad un ginocchio). Attenzione a Torino (la Dinamo l’ha battuta 90-81 in precampionato, nella finale del “Città di Cagliari”), squadra interessante, ed alla neopromossa, ma dal passato illustrissimo, Virtus Bologna, che ha investito soldoni nella costruzione del roster, oltre a riportare in Italia Alessandro Gentile, affiancandolo ad un altro “top player” italiano come Pietro Aradori. Cantù, invece, è stata travolta da mille problemi, ostaggio di una dirigenza per così dire “sui generis”, e non dovrebbe costituire un grosso ostacolo. Si parte domenica 1 ottobre.

Un’importante novità di quest’anno, riguarda la trasmissione in diretta delle gare: due dirette settimanali per Eurosport 2 ed una per Rai Sport, ma tutte le gare verranno trasmesse in diretta streaming sul player di Eurosport e sarà anche possibile vederle on demand. Nell’abbonamento, sottoscrivibile, in offerta, fino al 31 ottobre al costo di € 29,99 è compresa anche l’Eurolega.

Ma la Dinamo Banco di Sardegna Sassari non è attesa solo dagli impegni del campionato di Serie A. La attende, infatti, anche la Fiba Basketball Champions League, con l’obiettivo di centrare uno dei primi quattro posti del proprio girone, l’A, per avere accesso ai playoff. La competizione europea, al suo secondo anno di vita, è già iniziata con le gare dei preliminari, mentre la sua regular season, fase in cui sarà impegnata la Dinamo, inizierà l’11 ottobre. Il Banco farà il proprio esordio tra le mura amiche del PalaSerradimigni, ma aspetta di conoscere la sua prima avversaria, che verrà fuori dalla fase di qualificazione. La seconda avversaria sarà l’Oldenburg, poi ancora Murcia ed il mese terminerà col Monaco. In questa competizione, coach Pasquini non potrà schierare come italiano, per regolamento, l’italo-brasiliano Jonathan Tavernari e porterà, dunque, a referto uno dei due giovani sassaresi del vivaio che hanno fatto la preparazione con la prima squadra, Ezio Gallizzi e Simone Casula.

Intanto la società biancoblù, alla vigilia dello start del campionato, ha accolto un nuovo sponsor, la Matica Srl, azienda, nata nel 2005, che eccelle nel settore dell’automazione industriale.

 

I PROSSIMI INCONTRI DI CAMPIONATO

1a Giornata – 1 ottobre ore 18:15. Banco di Sardegna SS – Red October Cantù

2a Giornata – 7 ottobre ore 20:45. Fiat Torino – Banco di Sardegna SS

3a Giornata – 15 ottobre ore 12:00. Banco di Sardegna SS – Grissin Bon RE

4a Giornata – 22 ottobre ore 20:45. Segafredo Virtus BO – Banco di Sardegna SS

5a Giornata – 29 ottobre ore 18:15. Banco di Sardegna SS – EA7 Emporio Armani MI

 

I PROSSIMI INCONTRI DI CHAMPIONS LEAGUE

Game 1 – 11 ottobre ore 20:30. Banco di Sardegna SS – [da definire]

Game 2 – 18 ottobre ore 20:30. Banco di Sardegna SS – Ewe Baskets Oldenburg

Game 3 – 25 ottobre ore 20:30. UCAM Murcia – Banco di Sardegna SS

Game 4 – 31 ottobre ore 20:30. Banco di Sardegna SS – AS Monaco

 

Achille Polonara. Foto Luigi Canu