Torna alla vittoria la Pasta Cellino Cagliari Dinamo Academy nella serie A2 di basket. Nella terza giornata di andata del secondo campionato nazionale, la squadra di coach Riccardo Paolini ha sconfitto, tra le mura amiche del PalaPirastu, l’ambiziosa FCL Contract Legnano con il punteggio di 87-85.

Botta e risposta in avvio di gara, poi Cagliari allungava con due triple consecutive di Keene, che valevano il 14-8 a 6’51” dalla prima sirena. La risposta di Legnano era immediata ed un parziale di 6-0 riportava il punteggio in parità sul 14-14. Rullo interrompeva il digiuno rossoblù, ma Legnano passava a condurre di due lunghezze. Coach Paolini chiamava timeout, ma al rientro in campo gli ospiti trovavano un nuovo break, di 6-1, ed andavano sul +7, 24-17, quando mancavano 2’05” dalla fine della prima frazione. Al 10’ il tabellone diceva 26-19 per Legnano.

In avvio di secondo periodo la situazione non cambiava e Legnano aggiungeva un altro punto al proprio massimo vantaggio (34-26 a 6’05” dall’intervallo). La Pasta Cellino si ritrovava all’improvviso e, con Keene, Stephens ed Ebeling trovava prima il pareggio, poi metteva la freccia ed arrivava fino al +9 (45-36 a 1’29” dal 20’), inanellando dunque un ottimo parziale di 19-2. Si andava poi negli spogliatoi per l’intervallo lungo sul 48-40 rossoblù.

Al rientro in campo saliva in cattedra Rovatti, che consentiva a Cagliari di mantenere un buon margine di vantaggio, dopo che Legnano si era riavvicinata fino al -4 nelle prime battute del quarto. Ed era proprio lui a segnare il massimo vantaggio rossoblù, sul 66-55, a 2’56” dalla terza sirena, con un gioco da tre punti. I lombardi provavano a riavvicinarsi e ci riuscivano fino al -7 (68-81), ma Cagliari riprendeva quota e tornava ad avere un vantaggio in doppia cifra, mentre poi la frazione terminava sul 73-65, con un canestro di Toscano sulla sirena.

Legnano partiva forte nell’ultimo quarto e con un mini-break di 4-0 si portava subito sul -4 (69-73). Rispondeva Rullo con una tripla, ma la FCL Contract tentava il tutto per tutto e rimaneva incollata ai padroni di casa. A metà frazione un guizzo di Keene ridava respiro a Cagliari, che tornava sul +6 (84-78), ma c’era da soffrire. Legnano non mollava e si riavvicinava sempre di più. A 1’15” dalla fine Tomasini metteva a segno il canestro del -1 (84-85) e poco dopo Pullazi segnava la parità sull’85-85. Stephens sbagliava due tiri liberi, ma si faceva perdonare infilando il canestro della vittoria a 7” dalla sirena. Tomasini tentava la tripla, che non entrava ed il rimbalzo era controllato da Rullo.

 

Andrea Rovati