Seconda vittoria per la Dinamo Banco di Sardegna Sassari nella Serie A di basket. La squadra di coach Federico Pasquini ha sconfitto la Grissin Bon Reggio Emilia con il punteggio 77-67, nell’anticipo domenicale della terza giornata di andata, tra le mura amiche del PalaSerradimigni. Per la Dinamo ancora assente William Hatcher in via precauzionale, dal momento che dovrebbe ormai essere completamente ristabilito, mentre gli ospiti hanno dovuto fare a meno del pivot Riccardo Cervi, che, infortunatosi ad un ginocchio in coppa, dovrà stare lontano dai parquet per tre mesi, e dell’ala Vene.

Reggio Emilia partiva meglio in avvio di gara e a 6’45” dalla prima sirena il punteggio era di 11-5. La Dinamo rispondeva con Polonara e Randolph e a 4’21” dalla fine del quarto lo svantaggio del Banco era di sole due lunghezze (11-13). Un fallo tecnico fischiato a Reynolds per proteste dava alla Dinamo la possibilità di mettere il naso avanti, ma la squadra di coach Pasquini si limitava ad infilare solo un tiro libero, con Stipcevic, e la Grissin Bon poteva volare fino al +7 (19-12). Il quarto terminava poi con un canestro di capitan Devecchi per il 14-19.

6-0 di parziale biancoblù all’inizio del secondo periodo e primo vantaggio sassarese, sul 20-19. Spissu e Bamforth suonavano la carica e la Dinamo arrivava al 30-25, prima che Reggio Emilia tornasse a muso duro in partita. La panchina del Banco si faceva fischiare un tecnico e Wright poteva riportare avanti i suoi sul 34-33, a 1’35” dall’intervallo. Stipcevic e Jones chiudevano la frazione sul 37-34 biancoblù.

Terzo quarto ad alti ritmi per la Dinamo Banco di Sardegna. Dopo un primo mini-break di Reggio, i biancoblù lanciavano la fuga, ipotecando il match. L’ex di turno, Polonara, prendeva finalmente confidenza col canestro e i biancoblù volavano sulla doppia cifra di vantaggio, 49-39, a 6’15” dalla terza sirena. Reggio Emilia provava a riavvicinarsi e ci riusciva rientrando in alcune occasioni sul -6, ma Bamforth, Stipcevic e Pierre rilanciavano il Banco fino al +16, 63-47, a 1’46” dalla fine del quarto. Si andava poi agli ultimi 10’ di gioco sul 65-51.

Divario sufficientemente tranquillizzante e ultimo quarto che non offriva sorprese. La Grissin Bon non riusciva mai ad impensierire realmente la Dinamo, che filava dritta verso la sua seconda vittoria stagionale.

 

Achille Polonara [Foto Luigi Canu]