Passo falso al PalaSerradimigni per la Dinamo Banco di Sardegna Sassari, nella penultima giornata della regular season della Serie A di basket. La squadra di coach Federico Pasquini, oggi in divisa rosa come in Coppa Italia in onore della 100esima edizione del Giro d’Italia che partirà venerdì da Alghero, ha ceduto alla vicecapolista Umana Reyer Venezia con il punteggio di 85-89.

Partita strana, fatta per buona parte di clamorosi break e contro-break. Nel primo quarto entrambe le squadre segnavano con percentuali altissime. La partenza di Venezia era perfetta, infatti il team di coach De Raffaele impiegava solo circa 3’ per prendere un vantaggio di 8 lunghezze (13-8). La Dinamo provava a riavvicinarsi, ma la Reyer la ricacciava indietro. Nella seconda metà della frazione, però, le carte in tavola cambiavano totalmente, la Dinamo infilava un mostruoso parziale di 20-2, con un Lawal presentissimo, e chiudeva il quarto avanti di 10 punti, sul 30-20. E le statistiche parlavano di 10/10 da due punti per la squadra rosa.

Nel secondo periodo, nuovo capovolgimento di fronte. Venezia restituiva il 20-2 portandosi sul 40-32 a 4’30” dall’intervallo, grazie a Ejim e Filloy ispiratissimi, poi, dopo un timeout chiamato da Pasquini, premeva ancora di più sull’acceleratore arrivando fino al +12, 49-37, a 50” dalla seconda sirena. Si andava negli spogliatoi per l’intervallo lungo dopo una tripla di Stipcevic, sul 49-40 ospite.

Al rientro in campo erano ancora i lagunari a tenere ben salde le redini del match. Peric diventava quasi infallibile, ma era Ress a segnare il massimo vantaggio, +17, sul 67-50, a poco meno di metà frazione. La Dinamo doveva lanciarsi in una rincorsa disperata, sperando che per Venezia si facessero sentire le fatiche della Champions League. Invece gli ospiti erano sempre pronti a rispondere ai timidi tentativi di rimonta ed il Banco riusciva a riavvicinarsi solo sul finire della frazione, sul 68-76, prima che si andasse agli ultimi 10’ di gioco sul 77-68 per i lagunari.

Partita nella partita nell’ultimo quarto. In 3’ di gioco la Dinamo si riavvicinava fino al -3 (76-79), ma la Reyer rispondeva con un parziale di 4-0. Stipcevic, Lawal e Sacchetti regalavano l’ultimo sussulto al match, riportando i propri colori sul -1, 83-84, a 2’50” dalla fine, ma virtualmente la gara si chiudeva lì. La Dinamo non trovava il guizzo per rimettere il naso avanti e Venezia controllava.