Questo fine settimana si disputa “Trofeo Sant’Elia 2019”, manifestazione di nuoto a mare. Suddivisa in fondo e mezzofondo, la competizione, si svolgerà nei seguenti giorni e percorsi di gara:

  • sabato 13 luglio (Fondo): partenza dalla spiaggia di fronte Lazzaretto di Sant’Elia, passaggio di fronte a Calamosca e rientro al punto di partenza, da effettuare per 2 giri, dalle ore 9,30 alle ore 17;
  • sabato 13 luglio (Mezzofondo): partenza dalla spiaggia di fronte Lazzaretto di Sant’Elia, percorso antistante località Sant’Elia e rientro al punto di partenza, dalle ore 16 alle ore 19;
  • domenica 14 luglio (Fondo): partenza spiaggia di fronte Lazzaretto di Sant’Elia, passaggio di fronte a Calamosca e rientro al punto di partenza, dalle ore 10 alle ore 17.

Per prevenire incidenti e danni alle persone e alle cose, salvaguardare la sicurezza della navigazione e consentire il regolare svolgimento della manifestazione di nuoto a mare, la Capitaneria di Porto di Cagliari emesso l’ordinanza n. 123/2019.

Ecco le prescrizioni da osservare:

  • Fermo restando quanto già previsto dalla vigente ordinanza di sicurezza balneare, nonché dalle ordinanze n. 47 e 48 del 1987 in tema di movimenti franosi interessanti località Sella del Diavolo, nei giorni e negli orari della manifestazione, i percorsi di gara e l’attigua fascia di mare fino a 200 (duecento) metri dai medesimi sono interdetti alla navigazione, alla sosta, all’ancoraggio di qualsiasi unità navale, nonché alla balneazione, alle immersioni e qualsiasi tipo di pesca. Le unità in transito nella zona interessata, fino a 300 (trecento) metri dai percorsi di gara, dovranno prestare la massima attenzione e moderare la velocità, che in nessun caso potrà essere superiore ai 5 nodi;
  • Non sono soggette al divieto di cui all’art. 1, le unità facenti capo all’organizzatore in servizio di assistenza ai partecipanti alla manifestazione e le unità della Guardia Costiera, delle Forze di Polizia in ragione del loro Ufficio;
  • I trasgressori saranno puniti a termini di Legge e ritenuti responsabili civilmente e penalmente dei danni recati a persone e/o cose derivanti dal loro illecito operato;
  • È fatto obbligo a chiunque spetti di osservare e far osservare l’ordinanza.