Continua anche questa settimana il lungo viaggio tra teatro, musica, cibo e arti della rassegna AgriTeatrí, che vede la direzione artistica di Ignazio Chessa.

Venerdì 10 luglio una serata della Performing Company dedicata ad Anton Čechov: Mosca! Mosca! La compagnia presenta due atti unici di Cechov. Il canto del cigno, con Roberto Bilardi, in cui un vecchio attore ubriaco e malato si trova da solo nel camerino del teatro dopo una rappresentazione e rievoca la sua carriera. Sarà poi la volta di Jacopo Riu, con I danni del tabacco dove il personaggio finge di fare una conferenza su danni del tabacco rappresenta la diversità che diventa sogno di liberazione, desiderio irrealizzabile di fuggire dalle meschinità e banalità della sua vita.

Sabato 11 luglio ancora spazio al teatro con La versione di Brontolo con Ignazio Chessa, monologante e istrionico come sempre che, accompagnato dalla Ensemble Laborintus – composta da Angelo Vargiu (clarinetto), Antonio Pitzoi (chitarra) e Lorenzo Sabattini (basso) – porterà in scena uno spettacolo di narrazione musicale che stravolge in modo cinico e irriverente tre fiabe tradizionali trasponendole nella cruda modernità. Uno spettacolo non politically correct, acido e poco rassicurante, non adatto ai bambini, ma assai divertente.

AgriTeatrí è il progetto nato dalla collaborazione tra Lo Teatrí di Ignazio Chessa con l’Agriturismo I Vigneti che hanno lanciato questo nuovo format che consente all’offerta culturale, teatrale e turistica di incontrarsi e continuare a esistere nel pieno rispetto di quelle che sono le esigenze di sicurezza post COVID.

La serata ha un costo di €20,00 e la prenotazione è obbligatoria. Info: tel. +39 328 1358566- info@ivigneti.com