Con un concerto dei suoi migliori giovani virtuosi domani (sabato 29 agosto) cala il sipario sull’Accademia internazionale di musica di Cagliari, l’occasione che in questi giorni ha visto musicisti da tutto il mondo in città per perfezionarsi accanto ai grandi maestri della classica.

L’appuntamento è alle 18 nel giardino d’inverno del Thotel, un contesto giovane e informale scelto per dare un ulteriore segnale positivo in questo periodo reso difficile dall’emergenza sanitaria.

Durante la serata si esibiranno, per le classi di Pianoforte, tenute dai raffinati Enrico Pace e Pietro De Maria, il sardo Nicola Guidotti e la polacca Katarzyna Golofit che eseguiranno musiche di F. Chopin e A. Skrjabin. Per la classe di Canto, tenuta dal celebre soprano Luciana Serra, si potranno ascoltare le splendide voci dei mezzosoprani Laura Capretti e Benedetta Mazzetto. Per la classe di Clarinetto sarà la volta del giapponese Tomomi Inoue (proporrà la Sonata per clarinetto e piano di L. Bernstein) e della coreana Minkyung Chu (con La premiere rhapsodie di C. Debussy). La tedesca Alina Holender rappresenterà invece la classe di Violoncello, tenuta dal virtuoso Leonid Gorokhov.

Sarà dunque una chiusura in bellezza per l’Accademia che quest’anno, nonostante le difficoltà legate alla pandemia, è riuscita a festeggiare il suo ventennale proponendo, nell’auditorium del Conservatorio, anche il festival Le notti musicali, tre giorni di concerti che da mercoledì hanno visto esibirsi per il pubblico cagliaritano i maestri della classica in questi giorni a Cagliari in qualità di docenti.