Con le misure restrittive anti-Covid molte cose sono cambiate, ma le attività all’aperto per ora sono ancora consentite. Quale miglior modo di passare il tempo all’aperto se non con una bella pedalata? Scopriamo insieme i migliori itinerari da percorrere in bicicletta a Cagliari e dintorni.

Non solo andare in bici è un bellissimo passatempo a basso costo e che non inquina, ma è anche un’attività che fa bene alla salute e all’umore. La bicicletta è perfetta per riprendere l’attività fisica, trascurata a causa di una vita troppo sedentaria ai tempi del Covid19. Si tratta infatti di un’attività che può essere svolta a “piccoli passi”, con gradualità, magari cominciando con percorsi facili e brevi. Inoltre, secondo alcuni studi, andare in bici favorisce il rilascio delle endorfine garantendo positività e buonumore. Trattandosi di un’attività da fare all’aria aperta, il ciclismo è anche un alleato prezioso del sole nella produzione di vitamina D, utile per il mantenimento di un adeguato metabolismo del calcio e delle ossa. La bici e, più in generale, l’esercizio fisico migliorano anche la salute cardiovascolare perché, aumentando il carico di lavoro del cuore, determinano un allargamento del muscolo cardiaco. Ciò significa che il cuore aumenta man mano la sua forza di contrazione, diventando più sano e forte, con la conseguente riduzione delle possibilità di sviluppare malattie cardiovascolari.

Esplorati i benefici del pedalare, entriamo ora nel vivo dei nostri percorsi cagliaritani da affrontare in sella alla propria bici. La città metropolitana di Cagliari (che comprende 17 comuni) è ricca di piste ciclabili e di percorsi alternativi per i ciclisti più esperti. Partiamo dal percorso base, nonché uno dei più famosi. Chi ha la bicicletta almeno una volta nella vita avrà percorso la pista ciclabile che costeggia la spiaggia del Poetto di Cagliari. Si tratta di una zona molto frequentata – anche da corridori e da semplici passanti – ma perfetta per godersi l’atmosfera di uno dei luoghi di culto dei cagliaritani, che accoglie i numerosi chioschetti nei quali è possibile fermarsi per rifocillarsi dopo una lunga pedalata. Il percorso è lungo circa 3 km e mezzo ed è interamente pianeggiante, quindi perfetto anche per chi è alle prime armi. Dal comune di Quartu è possibile raggiungere il lungomare Poetto attraverso due strade percorribili in bici. La prima è viale Colombo che, con una pista ciclabile, collega la città al mare; la seconda è la strada ciclopedonale su terra interna al Parco di Molentargius.

Il Parco di Molentargius, oltre a essere un collegamento ciclopedonale al lungomare Poetto, costituisce anche un itinerario a sé stante per gli amanti della bici. Grazie alle piste ciclabili costruite per collegare i comuni limitrofi al parco, raggiungere l’area di Molentargius – Saline da Quartu, Quartucciu, Selargius e Cagliari è facilissimo. Una volta dentro sarà possibile muoversi in bici per esplorare gli oltre 1460 ettari di zone umide, avendo l’opportunità di osservare la flora e la fauna tipiche del luogo e fermandosi in particolare per fare qualche tappa di birdwatching. Infatti, il Parco di Molentargius ospita circa 230 specie di uccelli migratori e nidificanti, tra cui i famosissimi fenicotteri rosa. Come accennato prima, dal parco è possibile anche raggiungere la pista ciclabile del Poetto, facendo una lunga pedalata accompagnati prima dal verde della vegetazione e poi dall’atmosfera rilassata della spiaggia. Attenzione: il parco è chiuso di notte.

Passiamo a un percorso dedicato agli esperti. Per affrontare l’itinerario Calamosca – Fortino di sant’Ignazio si parte da Viale Calamosca, poi si procede su un sentiero sulla sinistra. Da qui si va avanti costeggiando la zona militare fino alla torre di Calamosca. Poi si prosegue per un sentiero tortuoso che conduce al Fortino di Sant’Ignazio, dal quale è possibile godere di una splendida vista su tutto il Golfo. Il Fortino di Sant’Ignazio sorge sul Colle di Sant’Elia a circa 94 metri sul livello del mare. Risalente alla fine del ‘700, il fortino fu costruito in epoca sabauda su progetto dell’ingegnere Franco Lorenzo per far fronte agli eventuali attacchi dei francesi. La pendenza è mediamente elevata e il percorso è abbastanza complesso, motivi per cui è meglio non affrontarlo da soli. Nonostante la fatica, però, pedalare fino al Fortino di Sant’Ignazio è un’esperienza unica perché permette di godere di un panorama mozzafiato.

Andare in bicicletta aiuta a mantenersi in forma e a vivere una vita equilibrata e serena. Il lungomare del Poetto, il Parco di Molentargius, Calamosca e il Colle Sant’Elia sono i luoghi perfetti per lasciarsi trasportare dalla propria bicicletta e godere di paesaggi naturali di estremo valore, dal mare alla collina, dai punti strategici per il panorama ai luoghi prediletti dagli uccelli migratori. La città di Cagliari e i suoi dintorni sono lo scenario perfetto per pedalare e per scoprire anche nuovi itinerari che non sono in questo piccolo elenco. Molte strade non particolarmente trafficate si prestano ad essere percorse in bici anche laddove non c’è la pista ciclabile, a patto che si adoperino tutti gli accorgimenti necessari per pedalare in sicurezza. Quando il piacere della bici e dell’attività all’aria aperta si unisce alla meraviglia per luoghi d’incanto è tutto ancora più bello.