Netta sconfitta per la Hertz Cagliari Dinamo Academy nella quinta giornata di andata della Serie A2 di basket. La squadra di coach Paolini, priva quest’oggi del pivot Johnson, ha perso sul campo della Bondi Ferrara con il punteggio di 65-94.

Gara equilibrata praticamente solo nella prima parte del primo quarto, quando le due squadre si rispondevano colpo sul colpo. I padroni di casa trovavano, poi, il primo break importante sospinti da un pressoché infallibile Panni che, insieme a Barbon, scavava il primo solco permettendo alla Bondi di chiudere la prima frazione sul 28-17.

La musica non cambiava nel secondo periodo. Ferrara continuava a mantenere saldamente il match in pugno, aprendo la frazione con un parziale di 9-0 (tre triple, una di Barbon e due consecutive ancora di Panni) che valeva il 37-17 a 6’48” dall’intervallo. Poco più di 30” dopo i padroni di casa trovavano il massimo vantaggio, con l’ennesima tripla di Panni, sul 40-19. La Hertz provava ad aggrapparsi al match con capitan Bucarelli e Picarelli, ma per Ferrara era anche una giornata piuttosto fortunata, vista la clamorosa tabellata dalla lunga distanza di Hall, che, a 2’02” dalla pausa lunga, ritoccava il massimo vantaggio ferrarese sul +23, 50-27. Sullo stesso scarto, 55-32, si andava negli spogliatoi. Per l’Academy un’enormità di punti subiti in soli due periodi.

Inevitabilmente, la seconda parte di gara non offriva grossi scossoni né emozioni. Panni continuava a crivellare la retina cagliaritana con le triple, in avvio di terza frazione, e Ferrara toccava subito il +26, 58-32. Le distanze tra le due squadre rimanevano pressoché inalterate, fino ad una fiammata di Rullo e Miles che portavano l’Academy sul -17, 54-71 a 1’30” dalla terza sirena. Si andava poi agli ultimi 10’ sul 76-56 ferrarese.

Nell’ultimo quarto, l’unica nota di cronaca era il massimo vantaggio della Bondi, aggiustato sul +32, 94-62 a 1’33” dalla fine.