Ottima vittoria per la Dinamo Banco di Sardegna Sassari in Fiba Basketball Champions League. La squadra di coach Federico Pasquini ha archiviato la pratica Partizan Belgrado in maniera più che convincente, imponendosi con il punteggio di 99-85, e ha centrato l’accesso al primo round dei playoff della competizione. Venerdì, a Ginevra, avrà luogo il sorteggio che renderà note le prossime avversarie. Una gara difficile e a tratti di grande spettacolo balistico, che la Dinamo ha ben giocato e risolto definitivamente con un avvio di ultimo quarto spumeggiante.

Dopo una tripla di Lacey, era il Partizan ad apparire più concreto in avvio di partita e, con un parziale di 10-0 si portava avanti 10-3 a 6’ dalla prima sirena. Rispondevano subito Sacchetti e Lydeka, riportando i biancoverdi a contatto degli ospiti. Un nuovo allungo riportava il Partizan sul +7 (18-11), ma gli ultimi tre minuti del periodo erano tutti del Banco che rimetteva il naso avanti sul 19-18 prima che la frazione si chiudesse sul 22-19 ospite.

All’inizio del secondo quarto arrivava subito il pareggio con una tripla di Stipcevic e la Dinamo provava a premere sull’acceleratore. A 4’41” dall’intervallo D’Ercole insaccava un canestro da tre punti che valeva il massimo vantaggio biancoverde, sul 35-27 ed i serbi, pur provando a riavvicinarsi, venivano ricacciati indietro dai padroni di casa. Ultimi tre minuti vivacizzati da una serie di triple messe a segno da ambo le parti. A 2’ dalla seconda sirena la Dinamo trovava il primo vantaggio in doppia cifra del match, 45-35, poi si andava negli spogliatoi sul 51-42.

Partenza lanciata del Partizan nel terzo periodo, mentre la Dinamo sonnecchiava. Gli ospiti inanellavano un parziale di 9-0 in 3’ ed il punteggio tornava in perfetta parità sul 51-51. Ci pensavano Sacchetti e Stipcevic a suonare la carica ai sassaresi, che tornavano subito a condurre la gara, riportandosi pian piano a vantaggi “di sicurezza”. A 48” dalla sirena, un canestro dai 6.75 di Bell valeva il 72-59, poi ci si presentava agli ultimi 10’ di gara sul 72-63.

Un Banco caldissimo partiva con un 8-0 che lo faceva volare sul +17, 80-63, ma che soprattutto chiudeva virtualmente la gara. La Dinamo non mostrava segni di cedimento e, anzi, allungava ulteriormente il passo nel corso della frazione, toccando anche il +22 (92-70 a 4’22” dalla fine). Una bella vittoria che non può che dare fiducia ai biancoverdi.