Clamoroso passaggio del turno in Fiba Basketball Champions League per la Dinamo Banco di Sardegna Sassari. La squadra di coach Federico Pasquini ha perso in casa del Cez Nymburk per 63-84, nella gara di ritorno del primo round (preliminari) dei playoff della competizione europea, ma ha ugualmente centrato l’accesso al “Round of 16”, in virtù del +22 fatto registrare nel match di andata.

Lo scarto maturato due settimane fa sembrava poter dare sufficiente tranquillità ai biancoverdi, seppur avessero di fronte una squadra di tutto rispetto che non aveva mai perso in casa in Champions, ma l’andamento della partita di stasera era nettamente a favore dei cechi. La Dinamo, infatti, ha inseguito per tutta la partita, si trovava sotto di ben 31 lunghezze a 3’ dalla fine e -25 a 14” dall’ultima sirena. Poi l’imponderabile: Lacey faceva 2/2 dalla lunetta e, sulla successiva rimessa dal fondo, il Nymburk, sul +23 e quindi con la qualificazione in tasca, buttava letteralmente il pallone e poi mandava in lunetta Savanovic che ribaltava le sorti del doppio scontro a 5” dal termine della gara. Savanovic uomo qualificazione, Lacey preziosissimo nel momento caldo del match, dal -31 in poi. Ora la Dinamo incontrerà i francesci del Le Mans Sarthe, con gara di andata al PalaSerradimigni il 1° marzo e gara di ritorno in Francia il 7 marzo.

Dinamo evidentemente provata dall’intensa tre giorni di Coppa Italia, già in avvio meglio il Nymburk, che a 2’40” dalla fine del primo quarto trovava il suo massimo vantaggio sul 15-7. Punteggi bassi e primi dieci minuti che terminavano sul 17-11 per i padroni di casa.

Nel secondo quarto era sempre il Nymburk a dettare legge ed a trovare il vantaggio in doppia cifra con un parziale iniziale di 4-0. La Dinamo riusciva ad avvicinarsi con un guizzo a circa metà frazione: Stipcevic, Savanovic e Bell riportavano i biancoverdi sul -3 (22-25) quando mancavano 5’10” dall’intervallo. Nei restanti 5’, però, mettevano a segno solo altri tre punti e la formazione ceca poteva così riprendere il largo. Si andava nel spogliatoi per l’intervallo lungo sul 35-25 per il Nymburk.

Terzo quarto ancora più difficile per gli uomini di Pasquini, con il Nymburk che collezionava un massimo vantaggio dopo l’altro, mettendo a segno una serie di triple, che sembravano mandare in ginocchio i sassaresi. Al 30’ il punteggio era di 65-42, con il passaggio del turno in mano ai cechi.

Anche buona parte dell’ultima frazione vedeva i cechi lanciatissimi verso il “Round of 16”. Poi, però, si deconcentravano ormai sicuri di aver messo al sicuro il bottino e se lo facevano “soffiare” sotto il naso nelle ultimissime battute di gara. La Dinamo rideva sotto i baffi e proseguiva la sua proficua, ma non dichiarata, “collaborazione” con i cardiologi sassaresi, ancora una volta chiamati a correre in aiuto dei tifosi.