Nella gara di Fiba Basketball Champions League, la squadra di coach Federico Pasquini è uscita sconfitta dal campo del team tedesco con il punteggio di 72-90.

Partiva bene la Dinamo che, con Jones e Polonara, segnava il 6-2 a 7’52” dalla prima sirena. L’Oldenburg si organizzava meglio in campo ed iniziava ad esprimere un gioco migliore, trovando il proprio primo vantaggio sul 9-8, a 6’34” dalla fine della frazione. Iniziava un testa a testa e, dopo la parità sul 12-12, l’Ewe Baskets prendeva 4 lunghezze di vantaggio, prima di chiudere il quarto sul 23-21.

Il secondo periodo si apriva con un parziale di 4-0 dei tedeschi, a cui rispondevano Stipcevic con una tripla e Randolph. La Dinamo teneva ancora per circa un minuto, poi l’Oldenburg iniziava a scavare il solco. I biancoverdi soffrivano la giornata no di Bamforth, mentre i tedeschi raggiungevano il +7 in alcune occasioni, nella seconda metà della frazione. Sul 40-33 per i padroni di casa, a 1’54” dall’intervallo, coach Pasquini chiamava timeout, ma al rientro in campo la Dinamo subiva un parziale di 0-7 che mandava le squadre negli spogliatoi sul 47-33 tedesco.

Al rientro in campo la formazione tedesca scappava definitivamente, trovando, oggettivamente, poca “resistenza” nei biancoverdi. A 2’16” dal 30’ il tabellone diceva 67-42 per l’Oldenburg. Il periodo si chiudeva poi con cinque punti consecutivi di Randolph per il 47-67.

Nell’ultimo periodo la Dinamo tentava la rimonta e riusciva a ricucire il gap fino al -13 (63-76 a 4’49” dalla fine). Era l’ultimo sussulto del match, perché poi l’Oldenburg andava via nuovamente e definitivamente