La Dinamo Banco di Sardegna Sassari accede alla finale del Torneo “Città di Cagliari”, arrivato alla sua settima edizione. I biancoblù di coach Pasquini, in semifinale, si sono imposti sull’Asvel Villeurbanne dell’ex biancoblù David Lighty con il punteggio di 88-80. Il Banco ha dovuto rinunciare a Bamforth e, ben presto, a Marco Spissu, infortunatosi ad un ginocchio in avvio di secondo periodo, ma ha salutato l’esordio con la propria maglia di Darko Planinic. Domani, alle ore 20:30, la Dinamo sfiderà la Fiat Torino di coach Luca Banchi, che, nell’altra semifinale, ha sconfitto il Buducnost Podgorica per 94-91, dopo un tempo supplementare.

La Dinamo partiva subito forte e già a metà primo periodo toccava il +9, sull’11-2. I francesi provavano a riavvicinarsi, ma venivano subito ricacciati indietro da Randolph e compagni che, con una tripla di Polonara arrivavano al +13, 23-10, a circa 2′ dalla prima sirena. Il quarto terminava poi sul 24-12.

In avvio del secondo si infortunava Spissu e i biancoblù avevano un attimo di flessione. L’Asvel dimezzava lo svantaggio, prima che la Dinamo trovasse un altro guizzo, grazie a Stipcevic, capitan Devecchi e Jones, che valeva il 35-20 a 6’54” dall’intervallo. Il Banco teneva un buon ritmo, ma calava negli ultimi minuti, tanto da concedere ai francesi la rimonta fino al 43-48 dell’intervallo.

Nel terzo quarto il Villeurbanne provava a completare la rimonta e, subito all’uscita dai blocchi, si portava sul -1. La Dinamo reagiva e prendeva nuovamente le distanze, con le mani caldissime di Randolph, Hatcher e Devecchi. Si andava agli ultimi 10′ di gara sul 71-65 biancoblù.

Nell’ultima frazione Stipcevic segnava con continuità, Jones dava spettacolo con la finalizzazione di un alley-oop e Hatcher metteva la parola fine al match.