La Dinamo Banco di Sardegna Sassari batte anche la Pasta Reggia Caserta, con il punteggio di 95-77 e, in anticipo di qualche ora rispetto alla disputa delle ultime gare della giornata, acquisisce la certezza di disputare la Final Eight di Coppa Italia. La sua attuale posizione in classifica è, infatti, la sesta. Le finali di Coppa Italia si disputeranno a Rimini dal 17 al 19 febbraio e vi parteciperanno le squadre comprese tra la prima e l’ottava posizione al termine del girone di andata della Serie A (quindi del turno odierno).

Partiva un po’ meglio Caserta, che accumulava una manciata di punti di vantaggio, ma senza allontanarsi troppo. A metà periodo, infatti, le due squadre procedevano in perfetto equilibrio, con la Dinamo che metteva il naso avanti con due liberi messi a segno da Brian Sacchetti, sul 9-8. Gli ospiti, successivamente, ritentavano la fuga, ma la chiusura del periodo era tutta biancoblù, con Savanovic che prendeva per mano i suoi e li portava alla prima sirena avanti 20-17.

Nel secondo periodo la Dinamo schiacciava sull’acceleratore e dopo 2’30” di gioco portava il proprio vantaggio sulla doppia cifra, +11 (30-19), grazie a Johnson-Odom, ancora Savanovic e Stipcevic, quest’ultimo mano calda, in questo frangente, dall’arco dei 6,75. L’altra mano torrida era quella di D’Ercole che a 6’41” dall’intervallo lanciava un altro break che avrebbe portato i biancoblù sul massimo vantaggio, +15 (36-21). Una piccola flessione del Banco apriva, poi, il recupero agli ospiti che, principalmente grazie a Putney, si riportavano a distanza di sole 6 lunghezze in alcune occasioni. Si andava poi negli spogliatoi sul 43-34 per i sassaresi.

Al rientro in campo Bell infilava una tripla, ma Caserta non mollava la presa e tornava sul -6 (40-46). Bell era indemoniato e proseguiva il suo show personale, coadiuvato da Lacey in questo frangente. A poco più di metà frazione il tabellone recitava 60-46 per i biancoblù. Gli ulteriori tentativi dei campani di riavvicinarsi ai “fuggitivi” venivano prontamente neutralizzati dai sassaresi ed il quarto si chiudeva sul 74-60.

Nulla da temere per la Dinamo negli ultimi 10’ di gioco. A 4’16” dalla fine Lydeka segnava il massimo vantaggio della gara sul +18 (84-66), poi ne arrivavano altri, fino al +22 (93-71) segnato da Bell con una tripla più tiro libero aggiuntivo per fallo subito. La gara era abbondantemente chiusa.