Cabaret, giocoleria, equilibrismo, comedy magic, clownerie, acrobazie, street magic, illusionismo, poesia. Le truppe colorate del Gallura Buskers Festival sono pronte a travolgere di allegria, risate, musica, arcobaleni e magia il suggestivo borgo di Santa Teresa Gallura dal 28 al 30 agosto. Tre giorni di intrattenimento tra circo contemporaneo, teatro di strada, comicità, incanto e teatro di figura nell’appuntamento tra i più attesi della stagione estiva. Ottava edizione del festival che malgrado le tante difficoltà, grazie agli sforzi degli organizzatori e degli enti che sostengono l’evento, si farà, seppur in una versione ridimensionata, ma con un programma straordinario e tanti artisti tra i più richiesti nei festival più prestigiosi del mondo pronti a regalare, ora più che mai, tanta gioia e momenti di stupore e spensieratezza.

In quest’anno particolare, consapevoli dell’importanza e del valore primario della cultura, consci del legame instaurato con il territorio, abbiamo deciso di non fermarci, organizzando una edizione speciale, proponendo un formato ridotto del festival e nel rispetto delle attuali normative sulla sicurezza, spiega Alberto Pisu, direttore artistico del Gallura Buskers Festival organizzato dall’associazione Dietro le Quinte, citato tra i quindici migliori festival di artisti di strada in Europa nel sito di viaggi expedia.it.

Dieci le compagnie in arrivo con la carovana di comici, clown, maghi, acrobati, equilibristi, marionette, manipolatori del fuoco, nell’incantevole scenario di Santa Teresa Gallura, gioiello incastonato nel promontorio che si affaccia sulle Bocche di Bonifacio.

E ancora, aperitivi e degustazioni a cura di Massimo Mascia dell’associazione Botteghe in Piazza. Accogliere, informare e promuovere prodotti e cultura della Sardegna: questi i propositi del Welcome desk, punto di incontro e riferimento, attivo dalle 19 alle 21 al Cinema Arena Odeon. Un “salotto” enogastronomico dove poter conoscere e degustare i sapori locali. Una tappa quotidiana da non perdere prima di immergersi negli spettacoli del Gallura Buskers Festival.

Il palcoscenico a cielo aperto del Festival Internazionale degli Artisti di Strada e del Circo contemporaneo si articolerà nei giorni 29 e 30 nelle due location Piazza della Libertà e Cinema Arena Odeon, in via Capotesta, 6; mentre la prima giornata del 28 gli artisti si esibiranno come sempre a San Pasquale (frazione di Santa Teresa Gallura), nello spettacolo delle 21:30. Sabato e domenica si potrà assistere agli spettacoli suddivisi in tre turni: il 29 in Piazza della Libertà alle 21:00 (turno A), alle 22:45 (turno B) e al Cinema Arena Odeon alle 21:30. Domenica invece il primo turno in Piazza Libertà inizierà prima, alle 19:30; seguiranno quindi altri due turni di esibizioni degli artisti alle 21:00 e alle 22:45. Resta invariato l’orario al Cinema Arena Odeon delle 21:30.

L’ingresso è libero e gratuito ma solo su prenotazione, i posti sono limitati ed è obbligatorio indossare la mascherina.

Prenotazioni e contatti telefonici location
San Pasquale (frazione di Santa Teresa Gallura) – ore 21:30
Telefono 3791784667
Piazza Libertà telefono 3791396993
Cinema Arena Odeon (Via Capo Testa, 6): ore 21:30
Telefono 3791794764

Black Blues Brothers

GLI ARTISTI

Tra gags irresistibili, acrobazie impossibili e giochi pirotecnici ecco gli artisti che animeranno le serate estive dell’ottava edizione del Gallura Busker Festival. Circo contemporaneo, commedia musicale, teatro acrobatico, buffi striptease e spassose sfide di ballo: dal Kenya arrivano “The Black Blues Brothers”, cinque straordinari acrobati che stanno conquistando i teatri e i festival di tutto il mondo e anche Papa Francesco, per il quale si sono esibiti qualche anno fa. Un emozionante riconoscimento alla loro bravura oltre che all’attività di solidarietà che svolgono da anni nell’Africa centrale. Una rivisitazione acrobatica dei leggendari Blues Brothers e della loro musica, tra ritmo, energia e comicità a cui si sono ispirati per loro esibizioni. Salti di corda spettacolari, salti mortali, acrobazie incredibili e piramidi umane che realizzano con una velocità e un ritmo sorprendenti.

Andrea Fidelio, ormai di casa al Gallura Buskers Festival. Quest’anno proporrà “The Boss” uno spettacolo comico che giocherà con lo stereotipo del siciliano d’onore e con la sua rispettabilità. Tra giocoleria e teatro di strada, abilità e divertimento Fefé (il nome del personaggio), un onoratissimo siciliano di provincia che partito dalla Sicilia con la sua sola valigia si reca nel “continente” in cerca di lavoro, travolgerà il pubblico in un ritmo vertiginoso e dal risultato esilarante.

Attenti a quei due”, spettacolo stupefacente che porterà la Compagnia La Fabiola: due marionette speciali, che si muovono attraverso tutte le parti del corpo e con le espressioni del viso, interagendo con il pubblico con grande naturalezza fino ad abbattere quella parete sottile che separa la realtà dal mondo della finzione. Una esperienza unica, emozionate, poetica.

Mr David, è stato definito dal quotidiano La Repubblica come “l’Houdini del circo”. Equilibrista, circus performer, illusionista. Davide Demasi (il suo vero nome) calca i palchi e le piazze di tutto il mondo con i numeri di cabaret, giocoleria, comedy magic e soprattutto di escapologia estrema: l’arte di liberarsi da qualsiasi costrizione, catene, manette, corde, camicia di forza, in equilibrio su attrezzi circensi di grandi altezze. Record Man di salti con la corda su monociclo è spesso ospite nei programmi di intrattenimento delle tv italiane ed estere. Ha conquistato inoltre un Guinness World Record e nel 2013 ha vinto il prestigioso premio “Masters of Street Magic” a Saint Vincent.

Mister Mustache, giullare medievale, clown, attore comico. Un uomo sulla trentina mosso da un unico obiettivo: trovare l’amore. Vorrebbe essere galante ma risulta impacciato. Si ispira a Giacomo Casanova, ma rispetto al fascino del celebre avventuriero e conquistatore di donne possiede solo una rosa rossa e un’aria un po’ vintage. Una storia d’amore improbabile che si snoda lungo una via Crucis di imprevisti e tenaci tentativi di rimediare alle continue gaffes nei confronti della sua amata.

Otto Panzer

Otto Panzer (Gianni Risola), un simpaticissimo e pirotecnico clown, vestito da direttore di un circo. Irriverente, sbruffone ma anche dolce e arrogante, regala gag bizzarre, divertenti, coinvolgendo il pubblico nelle sue assurde avventure e trasformando il suo show in un evento unico.

La Compagnia Satchock, ovvero Galatée, Marius e Camiel. Tre artisti acrobati “folli” che nel loro spettacolo esplorano in modo umoristico tutte le loro abilità. Acrobazie strepitose, cinghie aeree, bilanciamenti, equilibrismi che sfidano le leggi della fisica, tra gioia e puro divertimento. Ispirandosi al mito di Sisifo condividono l’idea che il processo di creazione di uno spettacolo sia altrettanto (o più) appagante del risultato. Prova ed errore, concentrazione e fiducia reciproca, spingendosi fino al limite delle capacità umane.

Zamu (Samuele Zucca), illusionista, mentalista, cabarettista e musicista tra i più apprezzati nel mondo dell’illusionismo e tra i più richiesti nei festival europei e nelle tv nazionali (Rai2) e spagnole. Ironia, mistero, magia e tanto stupore nel suo show sbalorditivo, in cui il pubblico è il principale protagonista.

Elena Timpanaro è un’acrobata specializzata in corda e tessuti aerei. Nel 2006 è tra le performer che si sono esibite su RAI Uno per lo spettacolo di chiusura delle Olimpiadi di Torino. Nasce artisticamente nel 2003 nella scuola di circo Flic di Torino dove per più di dieci anni è stata la docente ufficiale di Discipline e Acrobatica aerea. Da diversi anni si esibisce per il Paranormal Circus, Il Circo di Mosca e il “Crazy Dream Circus”.

Simone Modafferi e il suo spettacolo di giocoleria, danza e manipolazione del fuoco. Ha partecipato a numerosi festival, manifestazioni artistiche e feste medievali in tutto il territorio italiano con i suoi spettacoli “Scintille in Strada” e “Fuochi Fatui” caratterizzati della fusione delle molteplici discipline. L’elemento primordiale del Fuoco è il centro della sua ricerca, intorno al quale si sviluppano le sue performance.