Mercoledì 12 dicembre la Libreria Azuni in collaborazione con Quod organizza alle ore 19:00, al Quod di Sassari in via Mercato 1/b, la presentazione del libro di Francesco Frongia “Testuso – Cane di ferro”. Un diario a fumetti con protagonista il bassotto Tetsuo, raccontato e ricordato dai suoi conviventi Checco e Claudia.  ioie e sofferenze vissute da e con un bassotto disabile, restituite con garbo e voglia di sognare.

Tetsuo Cane di ferro è un meomoir che Francesco Frongia, autore e fondatore del collettivo Mammaiuto, ha voluto dedicare alla memoria del suo cane disabile, iniziato quando era ancora in vita e terminato dopo la sua morte.
Tetsuo, cane di razza bassotto, perde l’uso delle zampe posteriori dopo un doppio intervento per ernia al disco, patologia molto frequente in cani di quella razza a causa della loro particolare conformazione fisica. Da quel momento inizia per Francesco e la sua compagna una vita segnata dalla impegnativa convivenza con il nuovo Tetsuo.
Se il cagnolino non percepisce la disabilità e vive la sua vita con gioia e allegria e finché le forze glielo permettono, il discorso è diverso per i proprietari, che si ritrovano impegnati in una laboriosa routine di cure e sistemi che permettano alla bestiola di poter continuare a vivere dignitosamente.
Attraverso una serie di brevi ma intensi capitoli, l’autore racconta le abitudini, le attenzioni e i bisogni di Tetsuo, il rapporto con gli amici e il modo in cui le persone si approcciano all’animale: alcune con piacere e curiosità, altre schifate dalla vista delle zampe ormai atrofizzate di Tetsuo e altre ancora che ritengono eccessive le cure profuse per un “semplice” cane. Su tutto risalta l’amore, l’infinita pazienza che la coppia riversa su Tetsuo, ricevendone in cambio un affetto infinito, sincero e privo di qualsiasi ombra.
Sentimenti che Frongia, attraverso una serie di tavole dal tratto semplice e lineare, quasi fiabesco e che riprende lo stile minimale della narrazione, riesce a restituire pienamente, trascinando il lettore nella tribolata ma entusiasmate vita del cane fino al commovente finale.
La storia di Tetsuo è in sostanza una dolce e divertente parabola sulla forza dell’amore e su come affrontare la disabilità. [da Lo Spazio Bianco]

Francesco Frongia (Cagliari, 1972) vive e lavora a Firenze. Ha pubblicato per il mensile “Scuola di Fumetto” per gli Editori Double Shot, Giunti e Editiesse e per il mercato discografico e pubblicitario. Per la casa editrice Kleiner Flug, specializzata in opere letterarie realizzate con il linguaggio del fumetto, ha pubblicato i volumi Giotto (2013) e La Notte che Arrivò l’Inverno, nove storie ispirate al Maestro e Margherita di Bulgakov con il supporto delle composizioni musicali dei Musica Ex Machina. Ha collaborato per lo studio Inventario di Giuseppe Palumbo realizzando illustrazioni per l’editoria scolastica.
Collabora con lo Studio Artemisia Restauro di Firenze per la realizzazione di Acquerelli e Affreschi. Ha fondato l’associazione culturale Mammaiuto, per il cui sito pubblica settimanalmente e dal 2005 insegna alla Scuola Internazionale di Comics di Firenze. Il suo segno incarna la contraddizione, il non detto, l’incompiuto, ma con la concretezza del sogno mentre lo stai vivendo.

Mammaiuto è un’Associazione formata da un collettivo di autori. Il suo primo scopo è fare fumetti per il piacere di farli. Il secondo è raggiungere i lettori direttamente, eliminando la presenza di intermediari: tutte le storie, le illustrazioni e le strisce che produce sono sempre disponibili gratuitamente online. Dal 2011 ad oggi ha pubblicato sul sito migliaia di puntate e più di 20 libri. Ha vinto premi come miglior autoproduzione nelle più importanti fiere italiane.