Vittoria al fotofinish per la Dinamo Banco di Sardegna Sassari sul campo della Vanoli Cremona, nella nona giornata di ritorno della Serie A di basket. La squadra allenata da coach Federico Pasquini si è imposta con il punteggio di 78-77, al termine di una gara molto sofferta, riacciuffata per i capelli nell’ultimo minuto.

Partenza lanciata della Dinamo che, dopo 2’ di gioco, si trovava già avanti di 6 lunghezze. Lighty e Lacey subito in palla e, a 6’ dalla prima sirena il tabellone segnava 16-4 per i biancoblù sassaresi. Cremona in difficoltà, mentre il Banco mostrava da subito fluidità e mano calda anche dai 6,75. Un’iniziale reazione dei lombardi li faceva riavvicinare fino al -5 (18-23) a 2’05 dal termine del primo periodo, poi, nell’ultimo minuto ultimavano la rimonta con Carlino e Gaspardo, chiudendo i primi 10’ sul 27-27.

Un bel canestro da tre punti di Monaldi, ma nella prima parte del secondo quarto la Dinamo soffriva parecchio la ritrovata fiducia dei cremonesi. Wojciechowski prendeva per mano i suoi e la Vanoli infilava un parziale di 10-0 col quale metteva la freccia e, a 5’43” dall’intervallo, si portava sul 37-30. Immediata risposta della Dinamo, che trovava il suo “momento tripla” con Lacey, Devecchi e l’ottimo Lighty: 11-0 di controbreak e sorpasso fino al 41-37 segnato a 3’27” dal 20’. Le due squadre rimanevano vicine e si andava negli spogliatoi per l’intervallo lungo sul 49-48 sassarese, dopo un canestro di Stipcevic dalla lunga distanza.

Al rientro in campo era ancora Cremona a prendere in mano le redini del match e a volare sul 57-50 dopo 2’30”, costringendo coach Federico Pasquini a chiamare subito timeout. Il minuto di sospensione non sortiva immediatamente l’effetto desiderato e l’ex biancoblù Johnson-Odom depositava a canestro il massimo vantaggio della Vanoli, +9 (59-50). Bisognava aspettare qualche minuto per assistere al sussulto di orgoglio dei “giganti biancoblù” che, presi per mano da Lacey, rientravano fino al -3 (61-64) a 2’08” dalla terza sirena. In chiusura di periodo la Vanoli allungava nuovamente di qualche punto, poi si chiudeva con due liberi di Lacey per il 64-68.

Nell’ultimo quarto Cremona premeva subito sull’acceleratore e tornava sul +7, 71-64, ma la Dinamo rispondeva con un minibreak di 5-0, firmato Lacey e Stipcevic. Il Banco lasciava troppo spazio a Mian per la tripla dall’angolo e, poco dopo, la Vanoli era nuovamente a +6 (77-71), grazie ad un altro canestro dalla lunga distanza, stavolta di Biligha. A 21” dalla fine, indietro di tre lunghezze, i biancoblù sceglievano di tentare il pareggio, con Stipcevic, ma il tiro non entrava. Dall’altra parte, Thomas falliva entrambi i liberi. A 8” dalla fine Stipcevic insaccava due tiri dalla linea della carità e, successivamente, Cremona perdeva palla sulla rimessa, così che Lacey poteva lanciare Lighty, che subiva fallo e chiudeva il match con due liberi.