Importante vittoria per la Dinamo Banco di Sardegna Sassari, che si è imposta sulla Betaland Capo d’Orlando per 74-64, nella dodicesima giornata di ritorno della Serie A di basket. E positive notizie per la classifica, considerando anche che il Banco ha portato a proprio favore la differenza canestri, avendo perso di 7 punti (65-72) il match di andata in terra siciliana.

Gara per niente facile per i biancoblù di coach Federico Pasquini, che ne hanno trovato la chiave nella seconda parte, dopo aver sofferto parecchio nella prima ed essere stati costretti a rincorrere, anche dal -12. Dopo un iniziale 7-2, la Dinamo subiva la verve degli ospiti, che piazzavano un break di 13-0 che valeva il 15-7. Il Banco reagiva timidamente con un 5-0 firmato da Stipcevic e Carter, poi il periodo terminava, dopo un botta e risposta, sul 20-16 ospite.

Nel secondo quarto, apriva le danze Stipcevic e la Dinamo tornava sul -2, ma la risposta dei siciliani era pronta e perentoria. Stojanovic, Iannuzzi, Tepic e Ivanovic inanellavano un parziale di 11-4 che li portava sul massimo vantaggio, 34-22, a 3’45” dall’intervallo. Notevoli difficoltà in attacco per la Dinamo, a cui suonava la carica capitan Devecchi con una tripla. Nelle ultime battute della frazione il Banco si riprendeva e si andava negli spogliatoi sul 38-33 per la Betaland.

Al rientro dagli spogliatoi la Dinamo veniva presa per mano da Bell che, con due triple consecutive, lanciava un parziale biancoblù di 10-0. Il Banco metteva la freccia e, a 7’ dalla terza sirena, toccava il +5, 43-38. Capo d’Orlando non si dava per vinta e, con il grande ex Drake Diener e Ivanovic, ristabiliva la parità sul 43-43. La Dinamo, però, premeva nuovamente sull’acceleratore e raggiungeva il suo massimo vantaggio sul 53-45. Si andava agli ultimi 10’ di gara sul 57-50 biancoblù.

Nell’ultimo quarto la Dinamo teneva bene in avvio, poi aveva un passaggio a vuoto che consentiva ai siciliani di rifarsi sotto, grazie, in particolare, alle giocate di Iannuzzi e Stojanovic. A poco più di 2’ dalla fine del match, il tabellone diceva 65-64 per i sassaresi. Erano poi Savanovic e Stipcevic a mettere in cassaforte i due punti.