Il GSD 4 Mori Porto Torres è partito ieri sera alla volta di Wetzlar, in Germania, dove da domani, venerdì 10 marzo, a domenica sarà impegnata nei quarti di finale della Champions Cup di basket in carrozzina. I quarti di finale si compongono di due gironi di quattro squadre ciascuno, con Wetzlar e Madrid come sedi ospitanti. Il girone nel quale è inserita la 4 Mori è completato dal RSV Lahn-Dill, Campione d’Europa due stagioni fa e società organizzatrice della manifestazione, dall’altra formazione tedesca del RSB Thüringia Bull e dai francesi dello Hyeres Handi Basket. L’altro raggruppamento ha come protagoniste il CD Ilunion Madrid (Campioni d’Europa in carica e società ospitante delle gare del girone), il BG Baskets Hamburg, la MIA Briantea84 Cantù ed il Beşiktaş Jimnastik Kulübü.

Accedono alla Final Four, ultimo atto della più importante competizione europea del basket in carrozzina che si disputerà a Tenerife il 5 ed il 6 maggio prossimi, le prime due classificate dei due raggruppamenti.

 

Il GSD 4 Mori Porto Torres arriva all’appuntamento dopo aver ottenuto, lo scorso fine settimana, il secondo posto nelle finali di Coppa Italia. Un ottimo risultato, se si considera anche che per il GSD si è trattato della prima finale centrata in venti anni di attività nella competizione, ma che ha comunque lasciato un po’ di amaro in bocca: “Sono deluso – dichiara il presidente del GSD, Bruno Falchi – perché nella mia testa i secondi sono i primi degli sconfitti. Forse è brutto da dire, ma per me conta solo la vittoria, quindi il primo posto. Quando si compete ad un certo livello, ritengo che si debba ragionare in questi termini. Si lavora per questo, si suda, ci si allena per arrivare in fondo. Sono comunque felice per aver ottenuto il risultato storico del raggiungimento della finale: le sconfitte servono per migliorare, per crescere, per tornare a cercare quel primo posto che desideriamo ottenere”.

 

Anche per la squadra non è stato un boccone facile da mandare giù. La sconfitta maturata in finale con Cantù, infatti, è stata la prima fatta registrare in Italia, in questa stagione, dalla formazione biancoblù: “La squadra ha vissuto la sconfitta come una cosa imprevista – ammette il presidente Falchi – Quando si è troppo sicuri dei propri mezzi, a volte si tende a mollare un po’ e noi siamo arrivati scarichi. E’ stata una grande lezione. Complimenti a Cantù, squadra tostissima, ma ora noi abbiamo imparato la lezione e sono sicuro che ci divertiremo”.

 

Una possibilità per mettere subito dietro le spalle la delusione è proprio la Champions Cup, ovvero la competizione per club più importante a livello europeo, alla quale il team turritano si presenterà privo di coach Sara Cappellini, trattenuta a Porto Torres da improrogabili impegni di lavoro. E’ tutt’altro che facile, come è giusto che sia in un quarto di finale, e la 4 Mori non è individuata tra le favorite per il passaggio del turno: “Le favorite sono le due formazioni tedesche, il Lahn-Dill ed il Thüringia – conclude Bruno Falchi – noi siamo immediatamente dietro. O magari davanti, chi lo sa? Andiamo a giocare per provarci, come sempre, cercando il miglior risultato possibile”.

 

Nel match di apertura della “tre giorni tedesca”, domani alle ore 17:45, il GSD 4 Mori Porto Torres incontrerà lo Hyeres Handi Basket, mentre sabato, alle ore 19:30 sfiderà i padroni di casa del RSV Lahn-Dill. Infine domenica, alle ore 13:45, sarà la volta del RSB Thüringia Bull.

 

Questo il calendario completo:

Venerdì 10/03/2017

Ore 17:45 GSD 4 Mori Porto Torres – Hyeres Handi Basket

Ore 20:00 RSV Lahn-Dill – RSB Thüringia Bull

 

Sabato 11/03/2017

Ore 17:15 RSB Thüringia Bull – Hyeres Handi Basket

Ore 19:30 GSD 4 Mori Porto Torres – RSV Lahn-Dill

 

Domenica 12/03/2017

Ore 13:45 GSD 4 Mori Porto Torres – RSB Thüringia Bull

Ore 16:00 RSV Lahn-Dill – Hyeres Handi Basket