Mese di febbraio cortissimo per la Dinamo Banco di Sardegna Sassari. La squadra di coach Federico Pasquini, infatti, non qualificata per la Final Eight di Coppa Italia, ha avuto modo di riposare, allenarsi e, complice anche la finestra dedicata ai Fiba World Cup Qualifiers delle squadre Nazionali, viaggiare in Qatar per un’operazione di promozione della Sardegna, in collaborazione con la Regione.

Le gare disputate dei biancoblù sono state solo tre. In campionato capitan Devecchi e compagni hanno trovato la sconfitta a Reggio Emilia e battuto, tra le mura amiche la Virtus Bologna. In mezzo alle due gare di Serie A, c’è stato il saluto ufficiale alla Fiba Basketball Champions League, nel match di chiusura con il Krasnoyarsk. A Reggio Emilia la Dinamo è incappata in una sconfitta dopo essere stata, per lunghi tratti, avanti nel punteggio (anche +11 nel corso del terzo quarto). Si è sciolta nell’ultimo periodo e, come troppo spesso è successo quest’anno, nel finale punto a punto, risolto a fil di sirena da Amedeo Della Valle (63-65). La vittoria, ininfluente ai fini della classifica della competizione, contro l’Enisey Krasnoyarsk, ha visto il rientro di Rok Stipcevic dopo l’intervento chirurgico subito ad una mano e ha tenuto tutti con il fiato sospeso per una brutta caduta, sotto canestro, di cui è stato vittima Shawn Jones (fortunatamente senza conseguenze). Fuga del Banco negli ultimi minuti del terzo quarto e brivido a 40” dalla fine del match, con i siberiani tornati sotto di sole 5 lunghezze. Ma stavolta i sassaresi non hanno ceduto. Infine la vittoria interna con Bologna, in una partita che ha fatto registrare l’espulsione di coach Pasquini per doppio tecnico a metà terzo quarto, con la squadra che è stata dunque guidata da coach Baioni. Prima parte di gara con Bologna ispiratissima, andata anche sul +16, poi la trasformazione dei biancoblù, con Tavernari fondamentale, insieme a Jones, nei primi, decisivi minuti dell’ultima frazione.

E proprio Tavernari, esploso a suon di triple non appena gli è stata data fiducia ed ha potuto mettere piede in campo, ha avuto il giusto riconoscimento nel prolungamento del suo contratto. Dalle voci di una sua richiesta di andar via alla conferma per l’anno prossimo, è bastato poco tempo ed il parquet a ribaltare la situazione. Inoltre, ha esordito l’ultimo acquisto Josh Bostic che, dopo una prima partita senza infamia e senza lode, ha mostrato cose interessanti ed è partito Levi Randolph.

 

Jonathan Tavernari. Foto: Luigi Canu

 

Nel suo viaggio in Qatar, la Dinamo ha partecipato ai Sardinia Days, in collaborazione con la Regione Sardegna nell’ottica di sviluppo e valorizzazione dell’isola dei 4 Mori. L’iniziativa è stata inoltre sostenuta dalla Fip e dalla Quatar Basketball Federation. La Dinamo ha disputato una gara amichevole con la formazione dell’Al Wakrah, squadra emergente del basket locale e si è poi dedicata agli incontri istituzionali. Dopo che il vicepresidente biancoblù, Gian Mario Dettori, aveva incontrato ad Olbia l’ambasciatore straordinario e plenipotenziario del Qatar Abdulaziz Ahmed AlMalki, a Doha è stata la volta del presidente Sardara, che ha incontrato il dottor Sakis Batsilas, Executive Director Tournaments Operations & Planning del Supreme Committee for Delivery & Legacy e Chief Operating Officer del Local Organizing Committee Qatar 2022, e il dottor Ahmed Abdul Rahman H. Al-Muftah, Presidente della Qatar Basketball Federation e Director of Finance Department della Qatar Football Association. C’è stato poi tempo per un giro turistico e per le passeggiate in groppa ai cammelli.

Per quanto riguarda le qualificazioni ai Mondiali, il Banco ha “ceduto” alle proprie Nazionali cinque atleti: Achille Polonara (ovviamente) all’Italia, Dyshawn Pierre al Canada per gli American Qualifiers, Shawn Jones al Kosovo, Rok Stipcevic e Darko Planinic alla Croazia. Polonara, però, pur partecipando al raduno di Treviso della Nazionale Azzurra, non è poi stato selezionato da coach Sacchetti tra i 12 per la gara con l’Olanda.

Ma vediamo cosa riserverà ai biancoblù il mese di marzo. Si torna sul parquet a pieno ritmo, tra campionato e Coppa. In Europa, la Dinamo disputerà il Round of 16 di Fiba Europe Cup. Previste gare di andata e ritorno, con eliminazione diretta. Partecipano le prime due classificate dei quattro gironi di Fiba Europe Cup più le quinte e seste dei gironi di Basketball Champions League. Nel sorteggio, la Dinamo ha pescato la formazione francese dell’Essm Le Portel, attualmente a metà classifica nel campionato francese e che ha perso una sola partita su tredici, quest’anno, nella regular season della seconda competizione europea Fiba, inanellando una striscia di 12 vittorie consecutive. La gara di andata si giocherà al PalaSerradimigni mercoledì 7 marzo alle ore 20:30, mentre quella di ritorno è in programma in Francia il 14. La vincente del doppio scontro accede ai Quarti di finale, che prevedono sempre uno scontro con gare di andata e ritorno, che si disputeranno il 21 e 28 marzo.

Il 4 marzo, invece, riprende il campionato e subito col botto: la Dinamo, infatti, sarà ospite dell’Olimpia Milano per la ventesima giornata. E sarà un mese ricco di insidie per la squadra di coach Pasquini, tra avversarie di alta classifica, media e (quasi) bassa, quindi con lotte per l’accesso ai playoff o migliore posizione in griglia e salvezza. Il cammino in campionato proseguirà poi con il ritorno a Sassari di coach Sacchetti e dei cugini Diener (per Travis sarà la prima volta) con la loro Cremona, semifinalista di Coppa Italia, poi si andrà a Capo d’Orlando, si riapriranno le porte del PalaSerradimigni per accogliere l’Openjobmetis Varese e, per concludere il mese, si volerà, per il turno pre-pasquale a Brindisi.

 

Achille Polonara. Foto: Luigi Canu