Il successo sulla Verdeazzurro (38-25) ha regalato al Cus Sassari di Gian Mario Pittorru e Zuchi Pastor la vetta della classifica nel campionato maschile di serie B di pallamano. Una vittoria importante, perché porta la squadra ad un passo dalla conquista del campionato. Un risultato che ripaga degli sforzi fatti e premia l’impegno, che dà lustro al progetto targato Cus Sassari e carica d’entusiasmo l’ambiente.

Il 38-25 dell’ultimo turno ha rispecchiato nel finale l’intero andamento della gara, condotta sin dall’inizio dai giovani atleti del Cus Sassari. Davvero ottima la prova del team, cont tutti gli atleti schierati in campo al fischio d’inizio a segno e alcune marcature di pregevole fattura e spettacolare finezza a esaltare il caloroso pubblico presente sugli spalti del Palasantoru di Sassari.

Una vera prova d’orgoglio e di carattere quella messa in campo dal Centro Sportivo universitario sassarese, protagonista assieme alla Verdeazzurro di una partita molto sentita da entrambe le formazioni, formazioni che si giocavano il primato e hanno dato vita a un match entusiasmante e combattuto. Alla fine dei giochi è il Cus Sassari a esultare, matricola del torneo che con la quarta vittoria consecutiva – tredicesima di una stagione da sole 4 sconfitte – ha recuperato la penalizzazione iniziale di 5 punti e ha meritatamente raggiunto la vetta.

Il plauso del Cus Sassari del presidente Nicola Giordanelli, di tutto lo staff organizzativo e tecnico, degli atleti e della tifoseria va ai 18 atleti, di età compresa tra i 15 ed i 21 anni con una media d’età di 17 a dato linfa e impulso ad una grande stagione di handball: i portieri Fausto Piana e Simone Pinna Nossai; i centrali Riccardo Cosseddu e Antonio Mura; i pivot Giuseppe Sechi, Maurizio Floris e Giacomo Serra; i terzini Francesco Melis, Giovanni Sechi, Sebastiano Deroma, Malick Mbow, Matteo Carta; le ali Davide Demontis, Giorgio Piredda, Matteo Ruzzittu, Carlo Abis e Mattia Faedda.

La chiave di successo è da ricercare nella serietà del gruppo ma, soprattutto, nell’indubbia capacità e professionalità dei mister Gian Mario Pittorru e Zuchi Pastor, tanti anni passato sotto i riflettori dei palcoscenici nazionali e internazionali della pallamano. Il loro obiettivo primario, prima ancora del risultato sportivo, era riuscire a trasmettere la passione per uno sport che in passato aveva portato la città di Sassari agli onori della cronaca sportiva. La missione sembra compiuta, l’auspicio è che il Cus Sassari possa raggiungere sempre più traguardi e sempre più importanti.