Prosegue la Rassegna di Spettacolo tra Parola e Musica – SIGNIFICANTEcon Caccia Grossa, l’opera musico-teatrale nata nel 2016 con l’intento di portare in scena il ritratto dei Barbaricini e dei loro presunti e leggendari istinti predatori, impresso oltre cento anni fa nell’omonimo romanzo da Giulio Bechi. Il lavoro, firmato Casa di Suoni e Racconti e Artifizio, si inserisce all’interno della tredicesima edizione della Rassegna, dal titolo UMBRAS. Domenica 26 Gennaio 2020 alle ore 18:30 a Cagliari presso Casa Saddi (Via Enrico Toti 24 – Pirri) sarà proposto lo spettacolo di narrazione dedicato alla testimonianza cheha sollevato, e solleva tutt’oggi, un vivo dibattitosulla rappresentazione di una Sardegna descritta in maniera distorta dall’occhio coloniale.

Lo spettacolo vedrà in scena l’attore Carlo Antonio Angioni e il musicista e compositore Andrea Congia, che, coniugando i linguaggi artistici della Parola e della Musica, ci condurranno in una Sardegna a cavallo tra Ottocento e Novecento, raccontando la nota feroce caccia ai temuti Banditi Sardi. 

Lo Spettacolo è parte del multiforme Cartellone dedicato alla Letteratura Sarda allestito dall’Associazione Tra Parola e Musica – Casa di Suoni e Racconti, in stretta collaborazione con le Associazioni Culturali Symponia e Casa Saddi.

A sostegno del Progetto, con cui la Casa di Suoni e Racconti indaga l’agire performativo della Musica, è stata attivata una campagna di crowdfunding sulla piattaforma buonacausa.org.

Il costo del biglietto d’ingresso allo Spettacolo è di 10 euro. Al termine della serata sarà allestito un buffet per chi avrà piacere a trattenersi per un momento conviviale e di incontro con gli artisti.