Ha varcato la soglia dei 40 l’attività di Akròama. Nata nel 1977 da un gruppo di artisti diretti allora come oggi da Lelio Lecis, quarantuno sono infatti le primavere della compagnia cagliaritana di teatro contemporaneo che ieri mattina, al Teatro delle Saline, alla presenza di Paolo Frau, assessore comunale alla Cultura, ha presentato “Teatro contemporaneo”, “Famiglie a teatro” e “Teatro Ragazzi”. In tutto un centinaio di appuntamenti per una stagione che andrà avanti sino ad aprile 2019.

Frutto della deliberata “dedizione a una forma artistica centrale qual è il teatro”, anche questa edizione delle rassegne “coglie nel segno”, ha rimarcato Frau parlando inoltre di “nuovo pubblico”. Quello che Akroàma sta costruendo coinvolgendo scuole e famiglie e che contribuisce a posizionare Cagliari nella parte più alta della classifica delle città italiana per “consumo teatrale”.

Il sipario si alzerà quindi giovedì 15 novembre con lo spettacolo di flamenco “Amèn” ispirato alla Settimana santa di Siviglia. Una produzione originale Akroàma, ha spiegato Lelio Lecis, con la regia e le coreografie di Marina Claudio, alle 21. Sempre dal palco del Teatro delle Saline, ma alle 17,30 gli spettacoli della rassegna “Famiglie a teatro”, e quelli di “Teatro Ragazzi” che avranno invece inizio alle 10,30.

Il programma completo della stagione 2018-2019 è consultabile sul sito web.