Prende il via oggi, sabato 1 agosto, il cartellone musicale del ventiduesimo festival Dromos, in programma fino a domenica 9, ma con una “appendice” l’11 e il 22, tra Oristano e altri centri del suo territorio (Cabras, Bauladu, Mogoro, San Giovanni di Sinis) più uno sconfinamento nel Nuorese, a Ortueri.

Ed è proprio il paese nella Barbagia del Mandrolisai a ospitare la serata inaugurale con un doppio appuntamento dedicato alla “musica del diavolo” dal titolo “Lollore&Blues”, che festeggia quest’anno la sua seconda edizione e nasce per ricordare un amico del festival prematuramente scomparso al quale è stata dedicata anche un’importante bottiglia (Lollore, appunto).

Il primo appuntamento, alle 19:30, negli spazi della Vigna Mandara (evento già sold out), ha per protagonista il sardo Matteo Leone, che imbraccerà chitarra e Cigar Box per presentare il suo progetto one man band, spaziando tra le composizioni della sua ultima fatica discografica, l’album “Scattered House Place” (La Mansarda, 2018), e qualche anticipazione del nuovo disco attualmente in fase di scrittura.

La serata a Ortueri continuerà alle 21:00 nella Cantina Bingiateris, dove lo stesso Matteo Leone precederà sul palco l’Acoustic Duo di Dennis Greaves & Mark Feltham, membri fondatori dei Nine Below Zero, gruppo storico del British Blues, apparso sulle scene alla fine degli anni Settanta. Nel loro sodalizio acustico, Dennis Greaves (voce e chitarra) e Mark Feltham (voce e armonica) ripercorrono la storia del genere di matrice afroamericana spolverando alcuni tra i capisaldi di musicisti che ne hanno fatto la storia. Dopo il concerto la musica continuerà con il dj set di De Li Soul, alter ego di Mario Delitala, con le sue selezioni musicali che spaziano dall’afrobeat al jazz, dal funk al blues, dalla bossa nova alla cumbia.

DennisGreaves e MarkFeltham

Domenica 2 agosto Dromos farà tappa a Mogoro per il concerto (ore 22:00) di un altro duo, quello formato da Michael League e Bill Laurence, entrambi membri degli Snarky Puppy, la formazione statunitense applaudita alla scorsa edizione del festival. Annullata, invece, per motivi organizzativi, la masterclass dei due musicisti che era prevista nel pomeriggio.

La collaborazione con Pitticcu, la festa dell’immaginario che grande successo ha riscosso a Oristano nello scorso mese di ottobre, arricchisce quest’anno l’offerta di Dromos: sotto il titolo “Sasso Forbice Carta” sono in programma una serie di incontri conviviali dedicati alla bellezza, alla curiosità e al piacere in compagnia di artisti locali, giovani emergenti e l’ospite d’eccezione Maurizio Piraccini, in arte Dr. Pira, fumettista vincitore del prestigioso Premio Micheluzzi con la sua recente pubblicazione Super Relax, che accompagnerà le chiacchierate, tutte presso Librid, in piazza Eleonora a Oristano (ingresso gratuito con posti limitati – gradita prenotazione ai numeri 329 5454306- 340 5446436) colorandole con le sue stralunate e poetiche opere realizzate dal vivo.

Il primo incontro è per lunedì 3 agosto alle 20:00 con Pietro Sedda e Ivo Serafino Fenu, e registra già il tutto esaurito; ospiti l’indomani (martedì 4) Carmine Piras e Alessandro Coronas; Savina Dolores Massa e Andrea Bianchi al centro dell’ultimo appuntamento con Dr. Pira (mercoledì 5).

Nel Giardino Antiquarium Arborense di Oristano si terranno, ancora, due presentazioni editoriali accompagnate da un aperitivo: lunedì 3 agosto alle 19:00 Simone Cavagnino e Claudio Loi introducono il loro volume Sardegna, Jazz e dintorni; la sera dopo, alla stessa ora, è invece la volta di Alessandro Barbaglia con il libro Nella balena. Ingresso a 5 euro in entrambe le occasioni; posti limitati, prenotazioni al numero 0783 791262.

All’Antiquarium Arborense si potrà anche visitare la mostra “Con tutte le tue prue navigo a ostro”, realizzata dalla Fondazione Oristano in collaborazione con l’Associazione Sardinia Romana: attraverso le ricostruzioni dei modelli di nave con la metodologia dell’archeologia sperimentale di Giovanni Romano, e grazie all’ausilio dei materiali archeologici dell’Antiquarium Arborense, la mostra racconta l’arrivo di navi negli empori dei Fenici per acquistare bella mercanzia – madrepore, coralli, ebani, ambre – e l’impeto nella battaglia della nave rostrata.

Per informazioni, la segreteria di Dromos risponde ai numeri di telefono 0783310490 e 3348022237 e all’indirizzo e-mail info@dromosfestival.it.