A dar voce alle principali città turistiche italiane, sono stati gli Assessori competenti nella relativa materia che hanno lanciato un appello al Ministro Dario Franceschini chiedendo “Subito misure per il comparto ed un gruppo di lavoro dedicato”.

Necessarie, secondo gli Assessori, misure urgenti per salvare il settore che ha bisogno di un intervento immediato per affrontare sia gli effetti immediati dell’emergenza ed il conseguente azzeramento dei flussi turistici, che per gestire il futuro del turismo in Italia.

Sono quattordici le città che si sono schierate compatte per inviare una lettera al Ministro Franceschini. Alessandro Sorgia ha firmato il documento per Cagliari, affiancato dai colleghi Paolo Marasca (Ancona), Ines Pierucci (Bari), Matteo Lepore (Bologna), Cecilia Del Re (Firenze), Laura Gaggero (Genova), Marianna Dimona (Matera), Roberta Guaineri (Milano), Eleonora De Majo (Napoli), Leoluca Orlando (Palermo), Cristiano Casa (Parma), Carlo Cafarotti (roma), Alberto Sacco (Torino) e Paola Mar (Venezia).

Drammatica la situazione delineata dagli amministratori locali che hanno fatto un quadro di quanto delicata sia la situazione dell’Industria del Turismo nelle rispettive città e relativi territori metropolitani.

“È il momento – ha commentato Alessandro Sorgia che ha la delega al Turismo e Attività Produttive del Comune di Cagliari – del necessario confronto tra il Governo e le principali città turistiche italiane perché riportare il valore aggiunto perso dall’industria del turismo in questa crisi, è una sfida di buon governo che può essere vinta soltanto dal Sistema Paese nel suo insieme. Le imprese del settore hanno bisogno di sgravi fiscali, incentivi, comunicazione mirata, per resistere adesso e tornare operative a emergenza finita”.