La ventiseiesima edizione di Autunno Danza è iniziata con Fuorimargine, progetto a sostegno della creatività giovanile, a Sa Manifattura. Dopo i casi di studio mostrati da Tommaso Giacopini e Alessandro Carboni, i e le performer che hanno abitato gli spazi di Sa Manifattura e incontrati i vari tutor del progetto, mostreranno l’esito della loro residenza oggi e domani alle ore 20 e domenica 11 ottobre, alle ore 11.

Fuorimargine ha selezionato per il progetto di sperimentazione giovani talenti under35 di varie parti d’Italia: Chiara Aru, Paola Drera, Francesco Ferrari, Nicola Manzoni, Edoardo Mozzanega, Caterina Valentini i quali, stanno declinando le loro personali ricerche artistiche all’interno del luogo di Sa Manifattura, coniugandole con le varie suggestioni ricevute e creando nuove sinergie e complicità. Il progetto è una produzione del festival Autunno danza insieme a Sardegna Teatro – Teatro di Rilevante Interesse Culturale, con il partenariato di Sardegna Ricerche, Fondazione Sardegna Film Commission, CRS4, Sa Manifattura e la collaborazione del Conservatorio di Musica Pierluigi da Palestrina di Cagliari e delle associazioni musicali Ticonzero e Spaziomusica.

“Alcune coreografie” di Jacopo Jenna

L’inizio vero e proprio del festival Autunno Danza avverrà domenica 11 ottobre, alle ore 19 al Teatro Massimo Jacopo Jenna – danzatore, coreografo e tutor di fuorimargine – mostrerà Alcune coreografie, un lavoro in cui la coreografia si costruisce attraverso la mimesi di una moltitudine di frammenti video montati in una sequenza serrata, attingendo dalla storia della danza e della performance, attraversando il cinema e internet. La danzatrice incarna, trasforma, connette e riporta al presente il corpo dell’immagine.

Jacopo Jenna (Firenze) è un coreografo, performer e filmmaker che crea lavori per la scena, il video e per installazioni. La sua ricerca indaga la percezione della danza o la coreografia come pratica estesa. Laureato in Sociologia si approccia alla danza in età adulta formandosi presso Codarts (Rotterdam Dance Academy). Ha collaborato in Europa con compagnie stabili e progetti di ricerca coreografica. Il suo lavoro è prodotto e supportato da spazioK/Kinkaleri, negli ultimi anni ha presentato i suoi progetti presso festival ed istituzioni come Centrale Fies, Cango/Centro di produzione sui linguaggi del corpo e della danza, MART – museo di arte moderna e contemporanea di Trento e Rovereto, Contemporanea Festival, Pépinières européennes pour jeunes artistes / Jeune Création-Vidéo Cinéma, Fondazione Palazzo Strozzi, Centro per l’Arte Contemporanea Luigi Pecci, Fabbrica Europa, LeMurate Progetti Arte Contemporanea, CROSS International performance award.