Si terrà dal 9 all’11 dicembre, in modalità online, l’edizione 2020 della BIAT, la Borsa dell’Innovazione e dell’Alta Tecnologia organizzata da Agenzia ICE. Per tre giorni operatori italiani e internazionali avranno l’opportunità di assistere a conferenze e webinar e di partecipare a incontri bilaterali per stabilire rapporti commerciali, finanziari o di collaborazione tecnica. I settori produttivi coinvolti sono: biotech e salute; economia circolare, energie rinnovabili e ambiente; ICT; nuovi materiali e nanotecnologie; tecnologie per le smart cities.

Anche quest’anno Sardegna Ricerche, in collaborazione con l’Assessorato regionale dell’Industria, ha promosso la partecipazione di una qualificata rappresentanza dell’isola, costituita da sei PMI e startup che proporranno il loro prodotti e servizi più innovativi: Agrenta, BPCOmedia, Athlos, IDPost, Joule 4.0 e Nurjana Technologies. Le loro proposte saranno sottoposte a 129 operatori internazionali collegati da 19 Paesi europei ed extraeuropei.

La Borsa rientra tra le iniziative del Piano Export Sud 2, il programma di promozione dell’internazionalizzazione e dell’innovazione delle imprese del Mezzogiorno, finanziato con fondi del PON “Imprese e Competitività” 2014-2020.

Le Aziende e i rispettivi prodotti/servizi:

  • Agrenta presenta Smart Contract Farming, una piattaforma basata su blockchain per la tracciabilità e la gestione dei contratti agricoli.
  • Athlos propone due prodotti:Aika, un assistente digitale intelligente che, integrato su qualsiasi dispositivo, è in grado di gestire conversazioni complesse in linguaggio naturale, e Homia, un ‘energy manager’ per la gestione di dispositivi elettrici, consumi, sicurezza e comfort di un edificio, il tutto attraverso comandi vocali.
  • BPCOmedia ha realizzato un sistema per l’individuazione e la previsione precoce dell’aggravamento in pazienti affetti da broncopneumopatia cronica ostruttiva (BPCO).
  • ID Post propone una piattaforma Idpostbox per gestire facilmente, con un unico indirizzo postale digitale, le relazioni (comunicazioni, bollette, pagamenti) tra utenti e aziende.
  • Joule 4.0 ha messo a punto due prodotti: Joule Platform, una piattaforma accessibile via web/app per il monitoraggio dei consumi energetici, e Scala, un dispositivo IoT con controllo vocale per il controllo del comfort ambientale e dei consumi elettrici.
  • Nurjana Technologies ha realizzato Newmos (Nurjana Earth Wildfire Monitoring Observation System), un servizio software in grado di elaborare i dati satellitari per il rilevamento tempestivo degli incendi boschivi e per la previsione del loro sviluppo.