Prende forma la Dinamo Lab 2020-2021 che, sotto la guida del tecnico francese Michel Mensch, si prepara ad affrontare il campionato della massima serie di basket in carrozzina. Il club biancoblù ha costruito un progetto ambizioso di ampio respiro, esprimendo fin dal principio il desiderio di creare un gruppo che costituisca il giusto mix tra esperienza e giovani futuribili, con la volontà di far crescere i giovani atleti del Mini Lab che assaggeranno il parquet del massimo campionato nazionale.

La Dinamo Lab della prossima stagione apre le danze dalle conferme del nucleo italiano: a partire dal capitano Claudio Spanu, punto di riferimento fin dal primo anno del progetto biancoblù, passando per il veterano Tore Arghittu, ormai al terzo decennio di carriera sul parquet, insieme a Cosimo Caiazzo, alla terza stagione in Sardegna, che oltre ai panni di giocatore veste anche quelli di tecnico del settore giovanile di basket in carrozzina, e il giovane Giuseppe Gaias.

In casa Dinamo Lab c’è la prima firma del mercato 2020-2021: alla corte di coach Mensch arriva il nazionale brasiliano Leandro de Miranda. Classe 1982, nato a Guarulhos, punti 4.5, Leandro è tra i migliori realizzatori della nazionale del Brasile, di cui indossa la fascia di capitano, tra i protagonisti dei giochi panamericani di Toronto del 2015 e le Paraolimpiadi di Rio nel 2016.
Giocatore dotato di agonismo e grinta, rappresenta un pericolo sotto canestro, sia per le spiccate doti realizzative sia per l’attento lavoro a rimbalzo: protagonista di una lunga carriera nel suo paese natale, fino alla passata stagione nelle file del Gadecamp, ha condotto la nazionale brasiliana nelle principali competizioni. Da capitano ha sfiorato la vittoria della medaglia di bronzo ai giochi di Toronto nel 2015, cedendo contro l’Argentina, dopo le paralimpiadi di Rio de Janeiro -in cui ha aperto i giochi come squadra ospitante della manifestazione- nel 2017 ha giocato l’American Cup andando in doppia cifra quattro volte, a referto in doppia doppia contro Argentina (13 pt, 11 rb) e Messico (16 pt, 11 rb). Ai mondiali di Amburgo del 2018 il cammino di Leandro ha incrociato quello del capitano Claudio Spanu, impegnato con la nazionale azzurra: l’Italia del ct Carlo Di Giusto si era imposta sul Brasile 57-49, nonostante i 14 punti del neoacquisto biancoblù. Un innesto importante per il club di via Roma che si prepara ad affrontare per il quinto anno il massimo campionato nazionale.

Serie A 2020-2021. Inizia a prendere forma la prossima stagione di pallacanestro in carrozzina: dopo l’epilogo forzato dell’annata 2019-2020, interrotta senza assegnazione di titoli lo scorso marzo a causa dell’emergenza Covid-19, la Federazione ha ufficializzato le partecipanti ai prossimi campionati di Serie A e di Serie B. Otto le iscritte alla massima serie 2020-2021: l’unica novità rispetto allo scorso anno è la presenza del Bic Reggio Calabria al posto del Santa Lucia Roma, che ha deciso di rinunciare alla Serie A e di ripartire dalla B. Reggio Calabria si unisce alle altre partecipanti insieme alla Dinamo Lab: Santo Stefano, Briantea84 Cantù, Amicacci Giulianova, Gsd Porto Torres, SBS Montello e Padova Millennium Basket. Start fissato il prossimo 21 novembre con la prima giornata di stagione regolare, mentre è ancora da stabilire il formato del campionato. Ad aprire le danze prima della regular season sarà la Coppa Italia, che andrà in scena a Grottaglie (Taranto) il 13 e 14 novembre: a contendersi l’unico trofeo della stagione 2019-2020 saranno Santo Stefano, Briantea84 Cantù, Gsd Porto Torres e Amicacci Giulianova. Non sarà invece assegnata l’edizione 2020 della Supercoppa Italiana.

La Federazione Italiana Pallacanestro in Carrozzina, d’intesa con le istituzioni competenti _si legge nella nota diffusa dalla Federazione_ si riserva di modificare date e svolgimento della stagione 2020-2021 qualora le condizioni sanitarie legate all’epidemia di Covid-19 lo rendessero necessario”.