Donne forti, in gamba, che si sono fatte strada nella vita e nel web con il loro talento. Donne che hanno fatto della comunicazione un modello vincente, dimostrando il potere del pink power. Definire “influencer” chi è riuscito a seguire la propria passione coinvolgendo migliaia di persone è riduttivo: sono delle imprenditrici a tutto tondo, che sono riuscite a prendere in mano la loro vita con intelligenza ed audacia, così da plasmarla secondo i loro sogni.

Il successo social e nella vita: quattro storie al femminile

Cristina Fogazzi, in arte Estetista Cinica, è un’imprenditrice bresciana e la fondatrice di Veralab, la sua linea beauty. Dopo svariati lavori, Cristina Fogazzi inizia la sua carriera da estetista, finché nel 2013 arriva sul web con il blog estetistacinica.it. In questi sette anni, grazie alla sua comunicazione schietta, sincera e senza fronzoli, la sua azienda è cresciuta a livello esponenziale, fino ad ottenere un fatturato di €29.000.000 nel 2019.

Ma quali sono i punti di forza dell’Estetista Cinica? Cristina è una vera forza della natura: vera e onesta, è riuscita a dimostrare che per avere successo non è necessario “vendere l’anima al diavolo”. Basta con canoni irraggiungibili e prodotti che promettono di essere la soluzione a qualsiasi problema: creare una relazione basata sulla fiducia con gli utenti dei social, senza il bisogno di dover ricorrere ad un marketing ingannevole, funziona e la community di 706.000 fagiane lo dimostra. Attiva anche nel sociale, con diverse campagne di beneficenza e valorizzazione del territorio, e nella promozione del body positive, Cristina Fogazzi si rivela un modello imprenditoriale vincente, ma soprattutto un modello femminile esemplare, tanto da essere tra le 100 donne più influenti su Forbes Italia.

Cathy La Torre, conosciuta nei social anche come Avvocathy, è un’avvocata, attivista e politica. Specializzata in diritto antidiscriminatorio, combatte quotidianamente per la tutela dei diritti civili, con una maggiore sensibilità verso le discriminazioni riguardanti il mondo LGBTQ+. Founder del C.E.S.D. (Centro Europeo di Studi sulla Discriminazione), dello studio WildSide e di gaylex.it, una rete di avvocati ed attivisti contro l’omotransfobia, Cathy La Torre ha portato sul web la sua lotta per la sensibilizzazione sulle discriminazioni.

Nel 2019 le viene assegnato il premio come migliore avvocata pro bono ai The Good Lobby Awards a Bruxelles grazie alla sua campagna Odiare ti costa, nata per combattere l’odio in rete. L’avvocata descrive il suo lavoro con la frase “spiego i diritti e provo pure ad allargarli”, ed è proprio ciò che fa ogni giorno nella sua pagina Facebook e su Instagram, dove interagisce con più di 200.000 persone.

Chiara Ferragni, famosissima e chiacchieratissima, non ha bisogno di presentazioni. Con 22 milioni di follower, Chiara è diventata il simbolo dell’italianità su Instagram. Nata come fashion blogger nel 2009 con il blog The Blonde Salad, Chiara Ferragni si è letteralmente inventata un lavoro che ancora non esisteva, ottenendo un successo inimmaginabile da milioni di dollari. Dopo essere stata la prima fashion blogger ad apparire su Vogue, Forbes, nel 2017, l’ha nominata come influencer di moda più importante al mondo, ma è solo questo?

Chiara Ferragni a soli 33 anni è, come dice lei stessa, un’imprenditrice digitale. Founder di Chiara Ferragni Collection, ha creato una sua linea di abbigliamento, raggiungendo i suoi follower in tutto il mondo grazie all’e-commerce e agli store fisici.

Imprenditrice, blogger, e designer, Chiara Ferragni mostra ai giovani un modello di emancipazione femminile semplice e pulito, con una comunicazione spontanea e naturale, allontanandosi con eleganza da tutti gli stereotipi che vedono la donna come donna in carriera o come madre, dimostrando che si può essere l’una e l’altra contemporaneamente.

Veronica Benini, sui social Spora, è una strategist impegnata nel dare supporto alle donne che hanno deciso di lanciare la loro attività sul web. Veronica Benini applica e dimostra la vera forza del pink power, aiutando le donne a reinventarsi, proprio come ha fatto anche lei. Dopo un lavoro da architetto, un cancro e un divorzio, decide di mollare tutto e di ricominciare da zero: si trasferisce in un furgone e, con Stiletto Academy, insegna a camminare sui tacchi, diventando un esempio di come sia possibile seguire le proprie aspirazioni e realizzarsi nella vita.

Veronica Benini diventa founder di diversi progetti, come 9Muse, un evento talk dove 9 donne parlano della loro rinascita, e Corsetty, che offre corsi di marketing digitale online. La Spora è una consulente strategica che propone alle piccole imprenditrici e alle aziende un nuovo modello di business smart, diversificato e global. Perché una donna può essere e può fare tutto ciò che vuole: “stay strana, stay figa: il mondo è di chi spinge”!