Certo, tante volte!

Sapete che la lingua è alla base di un complesso sistema che influenza la deglutizione e la respirazione? E che la lingua fa parte di una lunga catena muscolare che partendo dalla bocca si porta su tutta la colonna fino ai piedi? Da questi dati capiamo perché la funzione linguale e la deglutizione abbiano un ruolo posturale fondamentale.

Dovete tenere presente che ogni volta che mangiamo, respiriamo, deglutiamo, ridiamo e parliamo ogni muscolo facciale compie migliaia di micromovimenti. Questo processo avviene a tutte le ore del giorno e della notte. Immaginate di iniziare ad utilizzare in maniera scorretta anche solo uno di questi muscoli. Il carico di lavoro del vostro muscolo “scansafatiche” se lo dovranno vicariare tutti gli altri.

La situazione non andrà che a peggiorare nei mesi e negli anni successivi. Fotografate questa immagine nella vostra mente: la vostra bocca che compie per milioni di volte dei movimenti sbagliati. È l’equivalente dell’azione distruttiva che esercitano le onde su di una scogliera in migliaia di anni, o la classica goccia che nei millenni buca la roccia. Ecco, sfortunatamente la nostra bocca non è tanto resistente e bastano alcuni anni di masticazione scorretta o di deglutizione disfunzionale per fare subire pesanti effetti al nostro corpo.

Avete presente quella che nei piccoli veniva chiamata ”la facies adenoidea”? Quella che hanno i bambini sempre raffreddati ai cambi di stagione, e che passano l’inverno da una febbre all’altra? Quella per la quale i vecchi medici di famiglia, non avendo altre armi, consigliavano di portare i bambini per tre mesi al mare, e respirare tanto “jodio” per incamerare aria buona e passare meglio i freddi mesi invernali? Ebbene, nella maggior parte dei casi si tratta di bambini che hanno il palato stretto, con una deglutizione scorretta, con la lingua che sta bassa e che al davanti spinge sui denti (determinando quello che viene chiamato “morso aperto”) e in dietro chiude le prime vie respiratorie determinando ristagno di muco che favorisce le infiammazioni. Ecco che quindi il naso sarà sempre tappato, le adenoidi e le tonsille si irritano, per respirare il bambino apre la bocca visto che ha le narici ostruite, e una gran quantità di aria fredda e sporca, perché non riscaldata e non filtrata dalle cellule dalle mucose nasali, arriva alla gola, ai bronchi e ai polmoni, determinando uno stato di malessere cronico.

Per ristabilire la situazione è necessario intraprendere un percorso di riabilitazione della funzione linguale mediante esercizi di “ginnastica” che si occupa di riequilibrare nel bambino – a scopo preventivo – o nell’adulto – a scopo correttivo – il corretto e armonico movimento di lingua, labbra e muscoli mandibolari. A questo è utile associare un trattamento specialistico per aumentare i volumi interni della bocca, mediante tecniche odontoiatriche.

I benefici che il paziente può trarne sono molteplici, interessano diverse funzioni fisiologiche del corpo e più in generale il suo stato di salute generale risolvendo problemi a carico del distretto cranico, posturale e respiratorio.

 

Ogni mese il Dott. Massaiu risponderà ad uno di voi.

Inviate le vostre curiosità all’email dott.massaiu@shmag.it.