Nuovo appuntamento con SCRITTORI DA PALCO, il cabaret letterario nato all’interno del festival SULLA TERRA LEGGERI. Il collettivo itinerante di scrittori e scriventi celebra alla sua maniera, e cioè con ironia e leggerezza, la festa comandata più importante del calendario pagano, quella segnata in rossoblù: il 12 aprile, anniversario dello scudetto del Cagliari.

 

Il 12 aprile del 1970 la squadra di Scopigno si laureava campione d’Italia battendo il Bari all’Amsicora con reti di Gori e Riva. Il 12 aprile del 2017 – mercoledì prossimo, dalle 20:00 al Babeuf di via Giardini a Cagliari – sarà la volta di UN TIRO MANCINO – amori, bugie, figurine e racconti apocrifi di uno scudetto che non finisce mai.

Nata da un’idea del giornalista Nicola Muscas, che condurrà insieme allo scrittore Flavio Soriga, la serata sarà una serata di racconti e musica, ballate e deliri narrativi: esperimenti di letteratura da palcoscenico in chiave semi-seria, ironica, irriverente, romantica, comica e malinconica.

 

Al microfono, con il chiaro intento di non prendersi sul serio, si daranno il cambio scrittori pubblicati e autori emergenti, giornalisti e disoccupati, operatori della sbarra dell’ospedale e blogger, psicologi e consiglieri comunali: narratori di varia estrazione e provenienza, ognuno con la sua voce e ognuno con le sue storie, pronti a dare vita al racconto di quell’incredibile epopea che fu sportiva ma non solo: un pezzo di storia di Sardegna che ha segnato il costume, la società, e – perché no? – un modo nuovo di sentirsi isolani.

 

Non sarà tuttavia la solita celebrazione epico-nostalgica, ma un ironico e scanzonato viaggio attraverso le storie che intorno allo Scudetto continuano a muoversi: quella figurina di Martiradonna finita chissà come sulla tomba di Jim Morrison, a Parigi; i mille misteri sulle passeggiate di Riva in via Dante; il racconto di un vecchio zio che “Quelli sì che erano bei tempi, quelle sì che erano belle partite”. Salvo poi scoprire dalla zia che il vecchio, nel ’70, era militare a Livorno e all’Amsicora non ci ha mai messo piede.

 

Saranno della partita, è proprio il caso di dirlo: Flavio Soriga, Nicola Muscas, Vittorio Sanna, Lele Pittoni, Bachisio Bachis, Nicola Mameli, Gianni Agnesa, Maria Candida UrguLalla Careddu, Lucia Testagrossa. Con il live painting di Riccardo Atzeni.