Il GSD Key Estate Porto Torres ha trovato l’accordo con l’atleta polacco Mateusz Filipski per la stagione 2018-19 nella Serie A e nella Champions League di basket in carrozzina. Per Filipski si tratta di un ritorno, avendo già giocato a Porto Torres da giovanissimo, nel campionato 2005/06.

Ala forte classe ’88, punti 4.0, Mateusz Filipski possiede un’intelligenza cestistica, una prestanza fisica ed un mortifero tiro dall’arco dei 6.75 che fanno di lui uno dei 4.0 più completi e validi in Europa. Non disdegna anche qualche scorribanda nell’area piccola, dove fisicità, altezza e agilità gli permettono di ben figurare. Dopo l’esperienza in biancoblù nel 2005/06, Filipski si è trasferito per un anno al Santo Stefano, ha poi disputato tre stagioni in Germania, al RSC Rollis Zwickau e, infine, si è stabilito per tanti anni in Turchia, dove ha indossato la casacca del Galatasaray, con cui ha vinto campionati e Champions, fino alla passata stagione. Membro della Nazionale polacca, nel mese di agosto ha disputato i Mondiali ad Amburgo, chiusi dalla Polonia al sesto posto, facendo registrare medie di 8.8 punti, 3.8 rimbalzi e 7.2 assist a partita. Al GSD Filipski ritrova i suoi compagni di Nazionale Mosler e Bandura, con cui va a comporre un temibile trio.

“Si tratta di un giocatore formidabile – dichiara il presidente del GSD, Bruno Falchi – e dalla mano caldissima. Uno dei punti 4 più forti d’Europa. Arriva da qualche stagione un po’ opaca, ma il suo valore non può essere messo in discussione. Per noi è un po’ una scommessa, mentre per lui Porto Torres sarà una nuova casa in cui ritrovare i giusti stimoli e dimostrare di essere sempre il numero 1”.

La Key Estate ha già iniziato gli allenamenti con gli atleti italiani; a loro si uniranno gli stranieri sabato 3 novembre, in vista dell’esordio in campionato previsto per il 10, tra le mura amiche del Palazzetto dello Sport Alberto Mura di Porto Torres, con la HS Cimberio Varese.