Dinamo Banco di Sardegna Sassari corsara sul campo del Pinar Karsiyaka nella Fiba Basketball Champions League. La squadra di coach Federico Pasquini si è imposta sul team turco con il punteggio di 79-70, dopo una gara sempre condotta. Vittoria importantissima per i sassaresi in ottica passaggio del turno e “vendetta” del beffardo match di andata.

La Dinamo partiva subito fortissimo, con un parziale di 7-0 firmato Jones e Hatcher. Il Pinar soffriva la zona dei biancoverdi e, grazie anche all’importante apporto di Pierre, Sassari si portava sul 16-6 a 3’05” dalla prima sirena. Due triple di Wood davano respiro ai padroni di casa, poi il periodo si chiudeva sul 18-12 per la Dinamo.

Pierre apriva le marcature nella seconda frazione, poi il Pinar dimezzava lo svantaggio, prima che il Banco avesse un’altra sfuriata, con Randolph, Bamforth e Planinic, che valeva il nuovo vantaggio in doppia cifra, sul 26-16 a 6’53” dall’intervallo. Ancora una volta il Karsiyaka riusciva a riavvicinarsi, ma prima Capitan Devecchi, poi Polonara e Bamforth, davano un’altra spallata al match, per il 39-29 a 1’52” dal 20′. Il quarto terminava poi con un parziale di 6-0 del Pinar e, dunque, sul 39-35 per i biancoverdi.

Al rientro in campo, dopo un primo botta e risposta, la Dinamo premeva nuovamente sull’acceleratore e a 3’09” dalla terza sirena trovava il proprio massimo vantaggio, 54-40. Karsiyaka riusciva a rosicchiare qualche punto e si andava agli ultimi 10′ sul 58-51 sassarese.

Ultimo periodo con Bamforth caldissimo. Erano due sue triple consecutive a spaccare definitivamente la partita e a far volare la Dinamo sul 68-55 a 5’38” dalla fine. Ancora Bamforth segnava il massimo vantaggio biancoverde a 2’24” dal termine del match (+15, 76-61) e la gara era virtualmente chiusa.