Una serata di grande sport e divertimento che ha visto salire sul ring di via Venezia 70 giovani atleti, dalla categoria bambini a quella ragazzi, e ha visto il clou con il main card che ha proposto cinque match dilettantistici. E se, purtroppo, è mancato l’atteso match del talentuoso Antonio Viglietti, rimandato a data da destinarsi per un imprevisto problema di salute del suo avversario, non è certo mancato lo spettacolo al Muay thai explosion.

La manifestazione di sola Muay thai, che da 24 edizioni riunisce le migliori scuole dell’Arte dei re della Sardegna, sabato sera non ha tradito le attese. Il livello degli incontri è stato decisamente alto. Sono volate scintille sul quadrato di via Venezia dove si sono visti anche due ko.

Ad aprire la serie di incontri sono stati i match riservati al settore giovanile. Il Team Tarantini è salito sul quadrato con 11 atleti che hanno ben figurato con i loro pari età delle scuole di Sorso, Oristano, Nulvi, Sestu, Ozieri, Samassi e Cagliari. Buona dose di tecnica e bravura quella messa in pratica dai tanti giovani che non si sono risparmiati difronte al pubblico sassarese.

Il main card ha riservato cinque incontri spettacolari e senza esclusione di colpi. In particolare evidenza quello tra Vincenzo Fenudi della Shardana di Ozieri al suo esordio sul ring. Buona la tecnica che gli ha permesso di vincere contro un avversario di esperienza e dal fisico più massiccio. La vittoria è arrivata ai punti su un bravo Nicola Meloni della Mtc Oristano.

Ai punti ha vinto anche Luca Pilloni della Ichnos Gym su Manuel Carta della Cerbero.

Vittoria invece per Ko per Paolo Pintus della Chok Dee di Sorso che si è imposto al secondo round sul Davide Arthemalle del team Vento del Drago di Cagliari.

Si è imposto per Ko, e sempre al secondo round, anche Antonio Demurtas della Shardana che ha battuto Franco Fois del team Tarantini.

Per tutti, adesso, l’appuntamento è per il 9 giugno quando a Sassari si svolgerà l’evento di Mma in gabbia “Fight club championship”.