La magia delle danze popolari di Bolivia, Romania, Ecuador, Kazakistan e Sardegna per cinque serate all’insegna del confronto tra culture diverse, in uno scambio fatto di musica, colori ed emozioni. Da giovedì 25 a martedì 30 luglio appuntamento con “Is Pariglias”, lo storico festival delle danze identitarie organizzato dall’associazione culturale “Città di Assemini”, con il sostegno del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali, degli assessorati regionali al Turismo e alla Pubblica Istruzione, in collaborazione con la Federazione Italiana Tradizioni Popolari, Iov Italia, i comuni di Maracalagonis, Assemini, Pula, Carloforte e Perdasdefogu e le Proloco di Pula e Perdasdefogu.

Per questa sua 43ª edizione, che ripropone la formula “Ethnodanza in Tour”, il festival toccherà i comuni di Maracalagonis, Carloforte, Assemini, Perdasdefogu e Pula, con due laboratori di danze identitarie e di cucine tradizionali che si terranno invece ad Assemini. “Come sempre, abbiamo selezionato gruppi di altissimo livello che, insieme alle capacità coreografiche e musicali, hanno intrapreso un percorso di studio delle loro culture popolari, riproponendole in maniera fedele e rigorosa” spiega la direttrice artistica del festival Maria Carmela Deidda.

Andanzas Ecuador

Protagonisti di questa edizione di Is Pariglias – Ethnodanza in Tour saranno il gruppo Andanzas Ecuador (con i ballerini che saranno accompagnati dal gruppo musicale Indoamerica), il gruppo di danza popolare Szarkaláb della città rumena di Cluj-Napoca, l’ensemble di danza Kostanay Zori e il complesso musicale Akzhelen provenienti dal Kazakistan, la Compania Integral de danzas especializadas de Bolivia di La Paz, e i padroni di casa del Gruppo folk Città di Assemini.

Il festival si aprirà giovedì 25 luglio a Maracalagonis, con i gruppi che si esibiranno a partire dalle 21.30 tra Piazza Chiesa e via Giovanni XXIII.

Gruppo folk Città di Assemini

Venerdì 26 appuntamento alle 21.30 in piazza Repubblica a Carloforte per uno degli appuntamenti dell’estate da più attesi nel cartellone estivo nell’Isola di San Pietro, mentre sabato 27 il festival tornerà ad Assemini per una giornata speciale. Al termine della messa che verrà celebrata a partire dalle 19 nella chiesa di San Pietro, tutti i gruppi proporranno dei brani appartenenti alla loro tradizione, in un vero e proprio concerto di musiche sacre dal mondo. L’evento sarà chiuso da un momento particolare: nel sagrato della chiesa il Gruppo folk Città di Assemini proporrà la danza storica “S’arrapiccu ‘e festa”, lo straordinario il ballo con le campane che per l’occasione saranno suonate da Elvio Usala.

La giornata di sabato si aprirà sempre ad Assemini presso l’agriturismo Is Scalas (località Sa Serra), dove in mattinata i gruppi si confronteranno in un laboratorio di danze identitarie.

Ensemble di danza Kostanay Zori

Il festival Is Pariglias proseguirà domenica 28 luglio a Perdasdefogu, dove i gruppi in serata saranno protagonisti di una sfilata per le vie del paese, mentre lunedì 29 la carovana folk si trasferirà a Pula. Qui, con l’esibizione in programma alle 21.30 in Piazza del Popolo, si chiuderà la parte spettacolare del festival.

La 43ª edizione di Is Pariglias si concluderà infatti nella mattinata di martedì 30 ad Assemini con un convegno-laboratorio sulle cucine tradizionali cui prenderanno parte tutti i partecipanti al festival. Appuntamento a partire dalle 10.30 presso l’agriturismo Is Scalas (località Sa Serra).

Gruppo di danza popolare Szarkaláb