La concessione del concorso per la Regione Sardegna è stata affidata all’esperienza ventennale della Venus Dea, il cui nome è sempre stato una garanzia per la buona riuscita di grandi manifestazioni di moda e bellezza in Sardegna.

La Venus Dea riprende così un discorso interrotto con la famiglia Mirigliani nel 1995.

In quell’anno furono quattro le ragazze sarde che si classificarono tra le prime venti: Romina Pani e Selena Lanucara, che vinsero anche due titoli nazionali (miss moda e miss ragazza immagine), ed Emanuela Valli e Barbara Spanu; un record per la Sardegna ancora imbattuto!

 

Eguagliare se non superare il traguardo raggiunto nel 1995, sarà l’intento con il quale verrà gestita l’organizzazione della prossima edizione di Miss Italia in Sardegna.

 

Nei prossimi mesi inizieranno i primi casting in tour per la Sardegna; saranno selezionate le ragazze che successivamente prenderanno parte alle varie tappe in numerose piazze dell’isola, per decretare la nuova Miss Sardegna e assegnare le varie fasce, che consentono l’accesso alla pre-finale nazionale.

I requisiti principali per l’iscrizione al concorso, dai 17 anni ai 30 e un’altezza minima di 168 centimetri.

Oltre a presentarsi nelle varie tappe che si svolgeranno in tutta l’isola, ci si potrà anche iscrivere inviando una mail a: casting@venusdea.it o attraverso il sito ufficiale del concorso www.missitalia.it.

Miss Italia in Sardegna sarà inoltre una vetrina per i giovani talenti isolani: canto, musica, danza e recitazione avranno uno spazio nelle varie tappe del tour.

Tutti gli artisti interessati potranno proporre la loro candidatura contattando la Venus Dea.

 

Le miss durante questa avventura saranno accompagnate da personale qualificato e, novità di questa edizione, ci sarà anche un’equipe di professionisti nel settore dell’alimentazione, della cura del corpo e della psiche, affinché le varie concorrenti siano seguite, supportate e coccolate nel percorso che le porterà a vivere un’esperienza di vita, ma anche di conoscenza delle proprie qualità fisiche e di socializzazione.

Il gruppo editoriale L’Unione Sarda sarà, come ormai da ben 18 anni, media partner della Venus Dea; Videolina seguirà le varie tappe con la trasmissione “Miss in tour” per conoscere meglio le aspiranti miss e come da tradizione, proporrà la diretta della finale regionale.

 

Miss Italia Sardegna