Claudia Aru ha costruito intorno all’irriverenza e all’impegno sociale il suo personaggio, diventando una tra le più note musiciste in Sardegna. La missione di Claudia è raccontare cantando il mondo della provincia, con ironia e spirito critico. Le sue canzoni sono caratterizzate da una grande teatralità, e costruite come piccole sceneggiature. Nei suoi lavori discografici e ancor di più nei suoi concerti Claudia dimostra di essere un abile menestrello dei nostri giorni che travolge lo spettatore con allegria ed ironia.

Claudia Aru sarà in scena venerdì 14 febbraio 2020 alle ore 20:30 in concerto nello storico teatro di Alghero, in trio insieme al chitarrista Fabrizio Lai e al Violinista Simone Soro, e proporrà una carrellata tra vicende dei singoli e della collettività nella miriade di dinamiche e regole non scritte che animano la vita “de sa bidda e de su bixinau” ispirate alle comunità della Sardegna.

Protagoniste indiscusse “sas tzias”, ovvero tutte quelle donne che, passata una certa età, diventano automaticamente “zie” ed entrano nella vita di ognuno di noi a volte con garbo, altre con acidità, ma sempre mosse da grande affetto.

In un percorso tra passato e presente in storie che fanno parte della nostra storia da sempre, non può mancare un altro elemento fondamentale “su bixinau”, “bichinàdu” in logudorese, ovvero il cardine attorno al quale ruota la vita della comunità “de sa bidda” (del paese). È, di fatto, una famiglia allargata dove tutti sanno tutto di tutti. C’è chi passa il tempo a odiare e contrastare i vicini di casa creando zizzania a più non posso, chi, invece, instaura rapporti di stima e solidarietà fondati su amicizia, rispetto e sostegno reciproco.

In Sardegna, in alcuni paesi, questo tipo di realtà è più viva che mai. In altri, invece, la tecnologia, lo spopolamento, la modernità – nonché lo scarso uso della lingua sarda (o dell’algherese dalle antiche origini catalane) nel quotidiano – hanno contribuito fortemente all’indebolimento di questo patrimonio intangibile e dell’immensa ricchezza culturale che ne scaturisce.

Uno spettacolo itinerante “Claudia Aru e le sue Tzie” fatto di “canzoni, chiacchiere e discorsi”, in grado di trasportare lo spettatore nei “bixinaus” raccontando storie e personaggi che Claudia descrive talmente bene nelle sue canzoni, tanto che è veramente impossibile non riconoscersi e non ridere.

Lo spettacolo rientra tra gli appuntamenti della rassegna “Teatri di Prima Necessità” promossa dal Teatro d’Inverno, la Regione Sardegna e il sostegno della Fondazione Alghero e Comune di Alghero. Per info e prenotazioni: Compagnia Teatro d’Inverno tel. 388 5721808