Straordinaria esibizione di musica folk lo scorso giovedì in piazza Libertà, a Santa Teresa Gallura, per il duo che sta contribuendo a riportare ai fasti la grande cantante di Siligo. L’evento è stato organizzato dalla cooperativa Cooltour Gallura e inserito nel cartellone della nona edizione della rassegna “I monumenti incontrano la lettura”.

Beppe Dettori e Raoul Moretti hanno suonato per circa settanta minuti pescando nel ricchissimo repertorio musicale di Maria Carta, dando nuova vita alle canzoni, rivisitandole – anche profondamente – o armonizzando i suoi scritti e le sue poesie che sono state pubblicate, nel 1975, nella raccolta “Canto rituale”. La formidabile voce di Dettori, accompagnato dall’arpa elettrica di Moretti, ha intonato alcuni grandi classici della musica tradizionale sarda, tra cui “No potho reposare” “Dillu” “La corsicana” ed è naturalmente risultata vincente la scelta di suonare quest’ultimo brano nel contesto di Santa Teresa e, in particolare, di piazza Libertà, la grande terrazza che si affaccia direttamente sulle Bocche di Bonifacio e sulle falesie bianche di Bonifacio. Le parole e la musica de “La corsicana” hanno saputo tessere un lungo ponte tra i due paesi costieri transfrontalieri e il pubblico ha applaudito a lungo l’esibizione.

La magia di un concerto dal vivo è ineguagliabile: le live su Facebook e altri escamotage simili sono dei palliativi, per quanto in determinate situazioni possano essere certamente utili”. Lo ha detto Raoul Moretti durante i ringraziamenti di rito, sottolineando l’organizzazione perfetta della serata da parte della Cooltour Gallura. All’aria aperta, con il giusto distanziamento sociale. Lo spazio è stato transennato ed è stato lasciato un varco all’ingresso, dove venivano distribuite le mascherine e l’igienizzante per le mani. Una dimostrazione pratica di come si possa fare un evento dal vivo seguendo tutte le indicazioni previste dalle norme anti Covid.

L’ultimo appuntamento della rassegna “I monumenti incontrano la lettura” si svolgerà l’8 agosto, ai piedi della torre di Longonsardo. La rassegna 2020 terminerà con Nicolò Migheli, che presenterà il suo libro “La Grammatica di Febrés”. Il relatore sarà Franco Mannoni. La rassegna è stata creata grazie al contributo economico della Fondazione di Sardegna e al sostegno economico del Comune di Santa Teresa Gallura, del Comune di Aglientu, Farmacia Bulciolu e del bar “La colti di lu mulinu”.