Cinema in Centro. Il centro di Sassari come un set cinematografico di Hollywood

Il centro di Sassari come un grande set cinematografico. È questo l’effetto ed anche l’intento dell’iniziativa “Cinema in Centro”, promossa dal multisala Cityplex Moderno, dal Comune e dalla Camera di commercio di Sassari, in collaborazione con l’Università degli Studi di Sassari e Confcommercio Nord Sardegna, e attiva dal 15 al 30 giugno. Un’iniziativa che trova ispirazione nella storia affascinante, romantica, ma tragica di Lucio Nali, giovane vetrinista locale che nel 1952 vinse il concorso Leo Windows della Metro Goldwin Mayer e perse la vita in un incidente aereo, nel viaggio premio che lo avrebbe portato negli Stati Uniti, a Hollywood, e negli Studios della MGM per un corso di scenografia. Lucio partecipava con i negozi della famiglia Bagella e la sua vetrina ispirata a “Giungla d’asfalto” di John Huston sbaragliò la concorrenza non solo in città, ma nell’intera Penisola. Quello verso Hollywood “nacque” come viaggio tormentato e difficoltoso fin dall’inizio, per via dei ritardi nell’arrivo del visto per gli Stati Uniti e, quando il giovane Lucio stava già per arrendersi e rientrare, da Roma, a Sassari, ecco che arrivò l’ok per partire. Poi un cumulo di nebbia che impedì al pilota del “Princes Beatrix” della KLM, di vedere le cime degli alberi in prossimità della pista di atterraggio di Francoforte e l’aereo precipitò, a poca distanza dal luogo in cui, qualche anno prima, Lucio Nali, fatto prigioniero, riuscì a scampare al campo di concentramento. Sogno americano infranto ed una vita spezzata a soli 33 anni; un crudele, crudelissimo destino che mette i brividi.

Cinema in centro”, come detto, coinvolge le attività commerciali del centro cittadino e sono 64 i negozi che hanno aderito all’iniziativa, divisi più o meno equamente tra centro storico e non. Ogni esercente partecipante ha scelto il film a cui ispirare la propria vetrina, realizzata rigorosamente con i propri prodotti a farla da protagonisti, proprio come nel caso del concorso della Metro Goldwin Mayer. Passeggiare in Corso Vittorio Emanuele II, Corso Vico, Via Luzzatti, Largo Cavallotti, Via Usai, Via al Carmine, Piazza Castello, Via Roma, Viale Umberto, Viale Trento, Via Bellieni, Via Manno, Via Cavour, Via Enrico Costa, Via Turritana, Via Brigata Sassari, Viale Italia e Via Don Minzoni porta ad immergersi in una bellissima atmosfera, imperdibile per gli amanti del cinema e non solo. Ogni esercente ha investito risorse e fatica per la realizzazione della propria “scena” e lo ha fatto con gusto, ironia, passione, cultura e con la voglia di dire “io ci sono, Sassari c’è” in un periodo, sempre più lungo, di grande difficoltà per il commercio cittadino, che cerca di riemergere e tornare a vivere anche in e con la partecipazione a queste iniziative. E questa passeggiata bisogna farla, perché suscita sentimento ed è un riconoscimento per chi si è messo in gioco.

 

 

Ce n’è per tutti i gusti, di tutti i generi e di tutti i tempi. Si va da “Alice in wonderland”, “Biancaneve e i sette nani”, “Ratatouille” e “Mowgli” a “Colazione da Tiffany”, la saga di Harry Potter, “Via col vento”, “Marie Antoniette”, “Chocolat”, “Willy Wonka e la fabbrica di cioccolato”, “Il te’ nel deserto”, “Tempi moderni” e “Assassinio sull’Orient Express”.  Poi ancora “Vacanze romane”, “Mary Poppins”, “Un mercoledì da leoni”, “Nuovo cinema paradiso”, “La piccola bottega degli orrori”, “Forrest Gump”, “Wall street”, “Stealing beauty”, “Il giro del mondo in ottanta giorni”, “Tre uomini e una gamba”, “50 sfumature di rosso”, “The stuff”, “One hour photo”, “Frida”, “La ragazza con la valigia” e “007 Licenza di uccidere”. Ed il rush finale con “La maga delle spezie”, “Il grande Gatsby”, “Il favoloso mondo di Amelie”, “Mangia prega ama”, “Gli uccelli”, “Lords of dogtown”, “Coach Carter”, “Mr. Cobbler e la bottega magica”, “Avengers”, “Sapore di mare”, “Travolti da un insolito destino”, “Senti chi parla”, “Oltre il giardino”, “La la land”, “Il giardino segreto”, “Cocktail”, “Il diavolo veste Prada”, “Racconto d’estate”, “1984” e “Soul surfer”.

Uno spettacolo di idee, di colori, di prodotti, di entusiasmo e di collaborazioni da godersi vivendo la propria città.

Tutti possono votare la propria vetrina preferita. Le schede voto possono essere ritirate sia nei negozi che partecipano all’iniziativa, sia al Cityplex Moderno. Chi ritira la scheda voto in uno dei negozi, dovrà compilarla in tutti i suoi campi obbligatori ed andare ad imbucarla nell’urna presente al cinema. Viceversa, chi prende la scheda voto al cinema, dovrà, dopo averla compilata, andare ad imbucarla in uno dei negozi partecipanti. Nel momento in cui il votante esprime la propria preferenza, ovvero nel momento in cui imbuca la scheda, che sia al cinema o in un negozio, riceverà due buoni sconto, che potranno essere utilizzati in due punti vendita scelti tra quelli che partecipano all’iniziativa (previsti sconti, a discrezione del singolo esercente, entro il 20%), oppure uno in un punto vendita ed uno al cinema, dove lo sconto sarà di 2 euro.

Inoltre, corre parallelo anche il contest del selfie più votato. Chi si fa un selfie accanto alla vetrina preferita e lo posta su Instagram con i tre hashtags #cinemaincentro2018 #cityplexmoderno #sassari potrà ottenere un anno di cinema gratis. Il “vincitore” sarà colui il cui selfie, alla scadenza dell’iniziativa, avrà totalizzato più like su Instagram.

L’iniziativa sta riscuotendo un grande successo. Sono tante le persone che si notano girare per la città con la piantina dei negozi partecipanti, alla ricerca delle vetrine. Per strada si carpiscono commenti e sorrisi, giornali e televisioni scattano foto e girano immagini per i propri servizi e c’è grande fermento anche sui social. Attivissimo il gruppo Facebook “Io compro al centross”, in cui viene dato ampio spazio a foto e umori di chi sta passeggiando lungo le vie di questo grande set cinematografico a cielo aperto, ma anche agli approfondimenti degli esercenti in merito alla scelta del tema ed alla realizzazione delle proprie vetrine.