“Sicurezza degli operatori sanitari, sicurezza dei pazienti”, è la parola d’ordine della Giornata nazionale della sicurezza delle cure e della persona assistita che, assieme alla Giornata mondiale introdotta dall’Oms nel 2019, si celebra anche in Italia il 17 settembre.

L’Organizzazione mondiale della sanità ha riconosciuto come una priorità sanitaria globale la sicurezza dei pazienti. Questa, infatti, è una componente fondamentale dell’assistenza sanitaria e rappresenta la condizione fondamentale per l’erogazione di prestazioni di qualità.

L’Aou di Sassari partecipa per la prima volta a questo importante appuntamento e porta con sé tutta una serie di iniziative e attività di comunicazione e informazione che sono state realizzate in questi anni, proprio nell’ottica della sicurezza degli operatori e dei pazienti.

L’obiettivo è quello di far conoscere, coinvolgere e sensibilizzare l’opinione pubblica al miglioramento della sicurezza dei pazienti, «per creare un’alleanza tra operatori e utenti – afferma Roberto Foddanu, direttore della struttura Qualità, Accreditamento, Gestione del Rischio – per offrire prestazioni adeguate con una maggiore sicurezza per tutti, rafforzando così anche un rapporto di fiducia che contribuisce a migliorare ulteriormente le cure e i servizi». 

L’Aou di Sassari quindi punta sull’informazione e sulla comunicazione e dedica un’apposita pagina web del proprio sito aziendale alla Giornata (che sarà disponibile da domani 17 settembre), arricchendola di materiale video, testi e link dedicati alla sicurezza delle cure e della persona assistita e degli operatori con particolare riferimento, ma non solo, all’epidemia Covid.

I temi di quest’anno, infatti, sono correlati alla epidemia da coronavirus, con focus sulla cultura positiva del rischio sanitario, intesa come propensione all’anticipazione della crisi e sulla sicurezza degli operatori sanitari come priorità anche nella prospettiva della sicurezza dei pazienti.

«L’emergenza epidemica in atto – riprende Roberto Foddanu – ha indotto le organizzazioni sanitarie a migliorare i sistemi di sicurezza con la correzione di molti degli aspetti critici emersi nel loro divenire: per esempio migliorando i sistemi di approvvigionamento di dispositivi di protezione e di presidi, rimodulando l’organizzazione e i percorsi volti a minimizzare il rischio infettivo. A volte anche chiedendo all’utenza di comprendere alcune restrizioni necessarie a ridurre i rischi».

«Quello che si chiede in questa giornata – conclude – è uno sforzo collettivo perché deve essere chiaro che per il bene comune della sicurezza ciascuno di noi deve fare la sua parte».

Tra i temi che l’Aou di Sassari proporrà sul sito web, in collaborazione con Vaccinarsinsardegna.org, saranno centrati sulla sensibilizzazione per la lotta all’uso improprio degli antibiotici, sulla Giornata mondiale dell’igiene delle mani, sulla Settimana mondiale dell’immunizzazione, sulla Giornata internazionale dell’infermiere, sulle campagne di comunicazione per la vaccinazione antinfluenzale quindi dei video-pillole sul tema Covid-19.

Sarà proposto, inoltre, un video-appello rivolto a operatori e utenti che vede protagoniste alcune strutture dell’Aou di Sassari: Gestione del rischio, Pronto soccorso, Malattie infettive, Terapia intensiva, Igiene e controllo delle infezioni ospedaliere e Sorveglianza sanitaria. Tutte unite per ricordare e sensibilizzare all’utilizzo consapevole del pronto soccorso, all’uso delle mascherine e della distanza sociale quindi al rispetto delle regole e delle raccomandazioni per evitare i contagi, al lavaggio delle mani, all’impiego dei dispositivi di protezione individuale e alla vaccinazione contro l’influenza.