«La raccolta fondi per il Santissima Annunziata – così come appare sul web su una piattaforma informatizzata – è una iniziativa di privati cittadini, non preventivamente concordata con la Aou di Sassari».

Lo rende noto il direttore generale dell’Azienda ospedaliero universitaria, Nicolò Orrù, che commenta così la notizia apparsa già da ieri notte sulla rete.

«Apprezziamo quanto stanno facendo i cittadini. In considerazione dell’eccezionale momento che sta interessando la nostra comunità e l’Italia intera, tuttavia, invitiamo coloro che volessero fare donazioni a concordare prima le iniziative, formalizzandole con l’azienda stessa. Da una parte per dare garanzie ai donatori sul miglior utilizzo dei fondi – magari anche con il coinvolgimento di associazioni di volontariato e non profit che già collaborano con l’Aou – dall’altra anche per fare in modo che sia l’Aou a indicare le priorità di cui l’Azienda stessa ha necessità», conclude il direttore generale.