Una intera serata dedicata al Mare, passando per l’ambiente, i prodotti locali e lo spettacolo. Sabato 21 Settembre la Casa di Suoni e Racconti sarà ospite della Peschiera di San Giovanni a Tortolì e del Flag Sardegna Orientale in occasione di uno degli appuntamenti della manifestazione Lagune Aperte. Vanessa Roggeri, intervistata dalla giornalista Michela Girardi, aprirà la serata alle ore 18:30 per presentare il suo romanzo La Cercatrice di Corallo che, alle ore 19:30, sarà riproposto come Concerto Narrativo dall’attrice Enrica Mura e dal chitarrista Andrea Congia.

Il libro racconta una storia che presenta tutti i colori dei sentimenti umani. Un racconto complesso e variopinto, ricco di ritratti caratterizzanti e scenari suggestivi di una Sardegna Letteraria sospesa tra Terra e Mare. L’ultimo lavoro dell’Autrice non può essere ridotto a una semplice storia d’amore tra due ragazzi: moti d’animo travolgono i personaggi fino al compimento di un Destino inesorabile, il lettore viene così trasportato in una policroma avventura nella quale si succedono Rivalsa, Vendetta e Salvezza e tutto si svolge intorno all’importante simbolo del Corallo.

Lo spettacolo musico-teatrale fa parte del multiforme Cartellone dedicato alla Letteratura Sarda: SIGNIFICANTE 2019 – ASCRAS, primo segmento del progetto artistico-culturale che prende il nome di TRA LE MUSICHE, con cui la Casa di Suoni e Racconti durante l’intero anno indaga l’agire performativo della Musica. A sostegno dell’intero Progetto è stata attivata una campagna di crowdfunding sulla piattaforma buonacausa.org (buonacausa.org/cause/tra-le-musiche-2019).

L’ingresso è libero e gratuito e al termine della performance si proseguirà con la degustazione dei prodotti ittici locali preparati per l’occasione direttamente in Peschiera.

La manifestazione Lagune Aperte, a cura del Flag Sardegna Orientale in collaborazione con le realtà locali della costa est dell’Isola, nasce con l’obiettivo di far conoscere e valorizzare la storia delle peschiere, dei pescatori e delle produzioni locali. L’iniziativa è pensata principalmente per educare l’ospite alla degustazione dei prodotti direttamente in loco, portandolo alla scoperta della tradizione produttiva ittica e culinaria anche attraverso attività di promozione della cultura e dell’ambiente. 

Foto di Carla Erriu