Si alza il sipario sulla II edizione del Festival “Palcoscenici d’Estate” ad Allai organizzato dal Teatro del Segno con il patrocinio e il sostegno del Comune di Allai: ouverture stasera (venerdì 17 luglio) alle 22 in piazza Santo Isidoro con “La Fantasmagorica Historia del Principe Ragno” – uno spettacolo per burattini a guanto de Le Compagnie del Cocomero con la regia di Rahul Bernardelli.

Una fiaba ambientata in un Oriente misterioso e affascinante, dove un sovrano amato e ammirato dai suoi sudditi dovrà però fare i conti con l’invidia e l’ambizione del visir Mustafà: costui continuerà a tramare nell’ombra finché, dopo che il principe sarà stato trasformato in un orrido ragno per un incantesimo della strega Serpilla, riuscirà ad impadronirsi del potere. Lo sventurato Principe Lindoro sarà costretto a lasciare il suo castello per sfuggire alla crudeltà degli uomini, abbandonato e dimenticato da amici e cortigiani; soltanto il buon Fagiolino, un boscaiolo ravviserà in quella creatura un po’ “disgustosa” il gentile sovrano e cercherà di salvarlo insieme con la fidanzata del principe Zemira e grazie all’aiuto del mago Benefico.

Infine, dopo molte peripezie e fantastiche avventure, Fagiolino, facendo buon uso del suo fido e inseparabile bastone per punire i malvagi, riuscirà a restituire al principe il suo aspetto e a riportarlo sul trono, in un lieto fine dove trionfano giustizia e verità – per il divertimento di grandi e piccini.

“Predi Antiogu e sa Perpetua”, con Elio Turno Arthemalle e Rossella Faa

Ironia in scena sabato 18 luglio alle 22 con “Predi Antiogu e sa Perpetua” di e con Elio Turno Arthemalle e Rossella Faa, che firma anche la regia della divertente commedia tratta da “Sa scomuniga de predi Antiogu arrettori de Masuddas”, poemetto satirico di anonimo autore del XIX secolo in cui il sacerdote, dopo aver subito un furto di bestiame, in una furente invettiva dal pulpito stigmatizza peccati e vizi della comunità (coproduzione Teatro Impossibile e Teatro del Segno).

“Sei Monologhi da Pirandello” domenica 19 luglio alle 22 per un viaggio tra drammi e novelle del grande scrittore siciliano in compagnia degli attori del Teatro del Segno – Francesco Cittadini, Roberta Loddo, Rosellina Lo Nardo, Anna Paola Marturano, Giorgio Piano, Massimo Pruna – sulle note del contrabbasso di Federica José Are per la regia di Stefano Ledda, tra fantasticherie e sogni, che svelano le piccole e grandi tragedie ma anche gli aspetti paradossali e umoristici del quotidiano.

Il Festival continuerà fino al 17 agosto fra teatro e musica, cinema e nouveau cirque.

L’ingresso è gratuito con prenotazione a allai.prenotazioni@gmail.com – cell. 391.4867955