Questo pomeriggio Palazzo Bacaredda ha accolto il 30enne cagliaritano, ingegnere trasportista, operatore culturale e direttore della Fondazione Siotto che da domani, venerdì 5 giugno 2020, attraverserà l’Italia in sella alla sua bicicletta per documentare il post quarantena da Covid-19.

È stato il sindaco Paolo Truzzu a dare il benvenuto al Municipio e fare gli auguri e un grosso in bocca al lupo a Francesco Accardo. Un’idea di viaggio la sua a impatto zero e un ritorno al legame tra l’uomo e il territorio in cui vive e si muove, alla riscoperta della lentezza e dei mezzi semplici. Ma che “saprà certamente promuovere anche l’immagine di Cagliari e della Sardegna”, ha rimarcato il primo cittadino.

Accardo si imbarcherà domani alle 19:30 dal Porto di Cagliari con destinazione Palermo, prima tappa del viaggio. Qui incontrerà i vertici del Comando regionale dei Carabinieri per omaggiarli del calendario dell’Arma scritto in sardo. E “dopo circa un mese di pedalate concluderò la mia avventura nella Valle Aurina, in Alto Adige”, ha spiegato l’ingegnere ciclista.

Promosso dalla Fondazione Siotto, “Tramonti”, questo il titolo dell’iniziativa, è patrocinato dal Comune di Cagliari, dalla Regione, dal MiBACT e dall’Associazione delle Istituzioni di Cultura Italiane (AICI). Tra gli sponsor, invece, anche lo stilista algherese Antonio Marras che ha regalato a Francesco, magliette, mascherine e camicie da lui disegnate, da usare durante la traversata. Media partner Unicaradio.

Prima dell’”arrivederci” e delle foto di rito, il tradizionale scambio di doni: una pergamena con lo skiline di Cagliari per Francesco da parte dell’Amministrazione comunale, un libro per l’Amministrazione comunale da parte e scritto da Francesco.

Il sindaco Paolo Truzzu con Francesco Accardo