La Pasta Cellino Cagliari Dinamo Academy prosegue la propria corsa nella Serie A2 di basket. Per la verità, ora il cammino è diventato un po’ meno spedito o comunque eclatante e la formazione di coach Riccardo Paolini si affaccia ad un mese, il primo dell’anno 2018, piuttosto difficile, in cui è attesa da un calendario tosto.

Dopo un periodo in cui i rossoblù hanno accarezzato il “sogno” della partecipazione alla Coppa Italia LNP 2018, a cui accedono le prime quattro squadre dei due gironi al termine del girone di andata e che si svolgerà il 2, 3 e 4 marzo all’UBI Banca Sport Center di Jesi, le due battute d’arresto consecutive li hanno frenati. Eppure l’avvio del mese di dicembre aveva portato buone soddisfazioni alla Pasta Cellino, che aveva battuto prima l’Eurobasket Roma (63-57) al termine di una gara piuttosto equilibrata, risolta negli ultimi due minuti, ma soprattutto la capolista Novipiù Casale Monferrato (75-74). In questo match, l’Academy ha avuto la forza di reagire ad alcuni break dei più quotati avversari, per poi spianare la strada alla vittoria nell’ultima frazione, con la guardia Roberto Rullo gran protagonista. Poi sono arrivate le due sconfitte, la prima in casa della NPC Rieti, in una partita onestamente mal giocata dai rossoblù, da subito sotto nel punteggio in modo abbastanza importante. La seconda battuta d’arresto è arrivata dopo Natale, tra le mura amiche del PalaPirastu, contro la quarta in classifica del girone Ovest, la Bertram Tortona, con il punteggio di 82-85, al termine di una partita che non ha mai avuto un padrone e nella quale ha prevalso la personalità e l’esperienza dei piemontesi.

La Pasta Cellino Cagliari Dinamo Academy si trova ora al decimo posto di una classifica abbastanza corta (dieci squadre nel giro di 8 punti), con Latina e Rieti a pari punti ma che la precedono per quoziente canestri totale, a quattro punti da quel quarto posto che sarebbe valso la Coppa Italia, ormai irraggiungibile dal momento che manca una sola partita alla fine del girone di andata. I punti in saccoccia sono 14 e la formazione rossoblù vanta il terzo miglior attacco del girone Ovest, con 1127 punti totali segnati (80.5 a partita), dietro Latina ed Agrigento, con Agrigento che la precede anche in classifica generale. Ma la difesa non è altrettanto incisiva, tant’è che la squadra di coach Paolini ha subìto, fino a questo momento 1170 punti, ovvero 83.6 a gara. La Pasta Cellino è, poi, la squadra che arpiona un maggior numero di rimbalzi totali, 516 (126 di Stephens), col record di 364 nei difensivi (84 del pivot statunitense), ma serve il minor numero di assist (Bucarelli è il miglior assistman rossoblù, con 2.8 a match).

Intanto, l’11 e 12 dicembre, proprio la guardia-ala della Pasta Cellino, ma di proprietà della Dinamo Sassari, Lorenzo Bucarelli ha partecipato ad un mini-raduno azzurro di atleti prevalentemente di Serie A2, nel quale il CT della Nazionale Meo Sacchetti, ha voluto vedere all’opera giocatori che possono essere interessanti in prospettiva futura e che non incontra nelle partite della domenica, in Serie A, con la sua Cremona. Per la verità, non c’è nulla di troppo nuovo per Bucarelli, dal momento che l’atleta rossoblù fa parte delle Nazionali giovanili, è uno dei giovani più seguiti e promettenti d’Italia e ha di recente conquistato la medaglia d’argento agli Europei con la Nazionale Under-20 (di cui è capitano), meritando anche la menzione nel miglior quintetto della manifestazione. “Mezza chiamata” anche per l’ala Michele Ebeling, che è stato selezionato come riserva a casa, poi non chiamato.

Come anticipato, il mese di gennaio si preannuncia piuttosto difficoltoso per il team cagliaritano. I rossoblù, infatti, termineranno il girone di andata facendo visita alla Lighthouse Trapani, che arriva da cinque vittorie consecutive e si trova a quota 20 punti in classifica, come la Eurotrend Biella, occupando il terzo posto. E proprio in casa della vice-capolista Biella si volerà per la prima giornata del girone di ritorno. Poi la Pasta Cellino ospiterà la Givova Scafati, attualmente sesta in classifica, a 16 punti come la Moncada Agrigento e la FCL Contract Legnano, e chiuderà il mese proprio a Legnano, quinta in classifica, che ha anche una gara da recuperare con la stessa Scafati.

 

Michele Ebeling. Foto Roberto Tronci