Nuovo ko per la Hertz Cagliari Dinamo Academy nella decima giornata di andata della Serie A2 di basket. La squadra allenata dal neo head coach Alessandro Iacozza è stata sconfitta, di fronte al pubblico amico del PalaPirastu, dal G.S.A. Udine dopo un tempo supplementare, con il punteggio di 94-99.

Partenza forte per gli ospiti, che inanellavano subito un parziale di 8-0. La Hertz non riusciva a reagire subito e Udine schiacciava sull’acceleratore, fino a raggiungere un vantaggio di 14 lunghezze, sul 16-2, dopo 3’35” di gioco. Coach Iacozza chiamava timeout, ma l’Academy continuava a faticare. Negli ultimi minuti della prima frazione, capitan Bucarelli e compagni si riavvicinavano sul -9 (13-22), poi il quarto terminava sul 26-15 per i friulani.

Nei primi minuti della seconda frazione la situazione non cambiava, con ancora Udine a tenere saldamente in mano le redini del match. A 7’30” dall’intervallo Penna realizzava il nuovo +14, sul 34-20, poi la Hertz trovava una folata di Miles che valeva il 28-36 a poco meno di metà frazione. Udine provava nuovamente ad allungare, ma stavolta l’Academy era pronta a rispondere e a trovare un break più incisivo, che la portava a sole 4 lunghezze dagli ospiti, sul 39-43, parziale sul quale si andava negli spogliatoi per la pausa lunga.

Al rientro in campo Spanghero e Powell davano respiro a Udine, poi Picarelli insaccava la tripla e per un po’ le due squadre si rispondevano colpo su colpo. Ancora Spanghero, con una tripla, regalava la doppia cifra di vantaggio ai suoi sul 55-45, ma la Hertz era ora più presente e pronta all’immediata reazione. Tripla di Miles, qualche errore di Rullo, ma Udine comunque un po’ in affanno e costretta a rifugiarsi in un timeout. A metà periodo Johnson realizzava due liberi che valevano il -3, sul 52-55, e gli ospiti rispondevano con Cortese e Nikolic. Ancora Nikolic, a 45” dalla fine del quarto, piazzava il canestro dai 6,75 del 67-57 e per Cagliari era tutto da rifare. Si andava agli ultimi 10’ dei tempi regolamentari sul 68-59 per il G.S.A. Udine.

La quarta frazione si apriva con Cagliari decisa a rientrare in partita. Bucarelli, Miles e Johnson infilavano un parziale di 10-0 che permetteva alla Hertz di mettere per la prima volta nel match il naso avanti, sul 69-68, a 8’48” dal 40’. Ancora Bucarelli e Johnson, stavolta insieme a Rullo, permettevano ai rossoblù di maturare un vantaggio di sicurezza, raggiungendo il +8 sul 78-70, quando mancavano 5’41” dal 40’. Un’eternità per pensare che la gara fosse conclusa. Infatti Udine reagiva prontamente e, nel giro di poco tempo, rientrava sul -2 (78-80), con l’ennesima tripla di Spanghero. Ultimi 2’30” di punto a punto e punteggio in perfetta parità sulla quarta sirena: 86-86.

Nuovo giro e nuova corsa con l’overtime. Squadre vicine vicine a lungo, poi lo sprint di Udine negli ultimi minuti e Cagliari che doveva ancora rimandare l’appuntamento col ritorno alla vittoria.