Valorizzare una manifestazione che è riconosciuta dall’Unesco come Patrimonio culturale immateriale dell’umanità. Salvaguardare la tradizione e rinnovare, di anno in anno, il sentimento di partecipazione alla festa della città. Sono gli obiettivi dell’amministrazione comunale, che si prepara alla Discesa dei Candelieri. L’edizione 2018 ha ottenuto, insieme alla Cavalcata Sarda, il marchio dell’Anno europeo del patrimonio culturale rientrando nel calendario nazionale pubblicato sul sito annoeuropeo2018.beniculturali.it.

Come ogni anno, quello che conduce alla Faradda è un percorso intenso, che comincia con la Discesa dei Piccoli e dei Medi Candelieri e continua con gli eventi collaterali, momenti di convivialità e spettacolo. E se nella giornata del 14 agosto la città accompagna i Gremi nella discesa, le celebrazioni continuano anche il giorno di Ferragosto, con la messa e la processione, e il 16, con lo spettacolo pirotecnico sulla spiaggia di Platamona.

La manifestazione, dunque, prevede una serie di appuntamenti, prima e dopo la Faradda, a partire da domenica 5 agosto e fino a giovedì 16 agosto.

Tra le novità di quest’anno il nuovo Candeliere di San Sebastiano e la prima edizione del concorso “Arte artigiana per i Candelieri”.

 

Gli appuntamenti. Si parte il pomeriggio del 5 agosto con la discesa dei Piccoli Candelieri, che sfileranno lungo il consueto percorso, con partenza alle 18 da Porta Sant’Antonio. Bambine e bambini di tutte le nazionalità presenti in città trasporteranno i loro ceri lungo corso Vico, fino all’arrivo alla chiesa di Santa Maria di Betlem.

Si continua il 10 agosto con la discesa dei Medi Candelieri, con partenza alle 18 da largo Cavallotti. Sono 19 i ceri che sfileranno per le vie di corso Vittorio Emanuele, fino a raggiungere il piazzale della chiesa di Santa Maria di Betlem.

Per il terzo anno consecutivo l’arrostita si svolgerà in Porta Sant’Antonio, con inizio alle ore 20 di sabato 11 agosto. Il tradizionale appuntamento gastronomico, sostenuto da Rinaldo Carta con Cobec e Corte Santa Maria, e da Auchan, è organizzato in collaborazione con Event Sardinia. In conclusione è previsto un momento musicale con l’Associazione Folk Sardegna e l’Associazione Eba Giara.

Domenica 12 alle ore 21 in piazza Santa Caterina è previsto il concerto per i Candelieri con la banda Luigi Canepa.

Si svolgerà in piazza Santa Caterina anche la cerimonia per la consegna del Candeliere d’oro, d’argento, di bronzo e speciale, prevista per le ore 20 del 13 agosto.

14 agosto: la vestizione. La festa prenderà il via alle ore 10 con la vestizione dei Candelieri per la processione della sera. Il cerimoniale prevede anche la visita del sindaco e della giunta nelle sedi dei Gremi.

14 agosto: la Faradda. La Discesa dei Candelieri inizierà alle ore 18: riunitisi in piazza Castello, i Gremi sfileranno lungo corso Vittorio Emanuele, seguendo l’antico rito che si concluderà nella chiesa di Santa Maria di Betlem, dove si celebrerà la cerimonia di scioglimento del voto.

 

 

Rete delle Grandi Macchine a Spalla. Come ogni anno si rinnova il sodalizio con le città che fanno parte della Rete delle Grandi Macchine a Spalla, Patrimonio Unesco. Per l’edizione 2018 saranno presenti la responsabile tecnico-scientifica della Rete Patrizia Nardi, e i rappresentanti delle comunità festive di Viterbo, Nola e Palmi. Sarà, inoltre, presente Paolo Stirati, sindaco di Gubbio, città che ambisce a ritornare nella Rete, della quale ha fatto parte nelle fasi iniziali.

Candeliere di San Sebastiano. Ballerà sabato 11 agosto alle ore 9.30 presso la Casa circondariale “Giovanni Bacchiddu” il Candeliere di San Sebastiano, realizzato nell’ambito del progetto “Tradizioni senza barriere”, un’esperienza formativa organizzata dall’Intergremio in collaborazione con il Comune di Sassari e la Casa circondariale. L’iniziativa, promossa dal Garante dei diritti delle persone private della libertà personale, Mario Dossoni, ha visto coinvolti circa 40 detenuti del carcere di Bancali.

Mostra d’arte fotografica. Inaugurerà lunedì 6 agosto alle ore 18 a Palazzo Ducale la mostra “I Gremi, i Candelieri e il francobollo 30 anni dopo” di Carlo Antero Sanna. La mostra, che raccoglie scatti realizzati dagli anni Ottanta ai primi anni Duemila, racconta la manifestazione in tutte le sue fasi, dalla vestizione alla discesa alla messa dell’Assunta.

Arte artigiana per i Candelieri. Il premio, bandito dal Comune di Sassari in collaborazione con l’Intergremio Città di Sassari, punta a riconoscere e valorizzare le competenze degli artisti e delle imprese artigiane locali, a rafforzare l’identità cittadina e a tutelare la partecipazione attiva della comunità. L’iniziativa rientra all’interno delle strategie e degli interventi per la tutela, la salvaguardia e la valorizzazione della Festa dei Candelieri messe in campo dall’amministrazione comunale in sinergia con l’Intergremio, e si inserisce nel più ampio processo di inclusione sociale e crescita civile della comunità previsto dagli “Investimenti Territoriali Integrati – ITI” nell’ambito della Programmazione Europea 2014-2020.

Vincitore del concorso Adriano Cossu, con l’opera “Ricordando Biasi”, un’opera «unica ed effimera perché scolpita con un coltellino su un’anguria», come si legge nelle motivazioni della giuria.

Le manifestazioni dopo la Faradda. Il giorno di Ferragosto verrà celebrata, nella chiesa di Santa Maria di Betlem, la messa in onore dell’Assunta, alle ore 11. Alle ore 18.45 partirà dalla Cattedrale di San Nicola la solenne Processione dell’Assunta. I festeggiamenti si concluderanno, come di consueto, il 16 agosto alle 21 con lo spettacolo pirotecnico a Platamona.

Divieto vendita e consumo itinerante di bevande in vetro o lattine. Per ragioni di sicurezza, in occasione dei Piccoli Candelieri, dei Medi, dell’arrostita in piazza Sant’Antonio e dei Candelieri è vietato il consumo itinerante di qualsiasi bevanda in contenitori di vetro e in lattine. Inoltre, ai titolari di pubblici esercizi di somministrazione di alimenti e bevande, agli operatori su area pubblica, ai titolari di esercizi commerciali in sede fissa e di attività artigianali, dell’intero territorio cittadino è fatto divieto di somministrare e vendere su area pubblica qualunque bevanda, anche analcolica, in lattine e contenitori di vetro. Sono consentite la vendita e la somministrazione esclusivamente in bicchieri di plastica o di carta. ll divieto è esteso anche alle aree concesse per tavoli e sedie ai titolari di pubblici esercizi, ma non vale per le bevande consumate all’interno dei locali. Le zone interessate per i Candelieri medi, dalle 14 del 10 agosto alle 8 dell’11, e per i Candelieri, dalle 14 del 14 agosto alle 8 del 15, saranno quelle comprese tra via Manno, via Bellieni viale Umberto, corso Trinità, via Saffi, porta ant’Antonio, piazza Stazione, via XXV aprile, via Padre Zirano, via Angioy, viale Mancini e via dei Gremi. Per i Piccoli Candelieri, dalle 14 del 4 agosto alle 8 del 5, e per l’arrostita, dalle 14 dell’11 agosto alle 8 del 12 agosto, l’area sarà compresa tra corso Trinità, via Saffi, porta sant’Antonio, piazza Stazione, via XXV aprile, Padre Zirano, corso Angioy, viale Mancini, via dei Gremi.

Contest fotografico. Come per la Cavalcata sarda, il Comune di Sassari ha previsto per i Candelieri un contest fotografico su Instagram. Un’iniziativa che permetterà di condividere a valorizzare le migliori immagini del 14 agosto, con una novità per coinvolgere i più giovani. L’autore della foto più significativa, selezionata da una giuria interna, riceverà una maglietta con la riproduzione dell’immagine vincitrice.

Le prime tre foto selezionate saranno inoltre pubblicate sui canali social Instagram e Facebook “Comune di Sassari” e “Turismo Sassari”. Per partecipare è necessario seguire l’account Instagram @turismosassari, caricare la foto entro il 20 agosto e utilizzare gli hashtag #candelieri18 e #turismosassari. Potranno essere pubblicate solo immagini della vestizione e della Discesa, da piazza Castello fino alla Chiesa di Santa Maria.

 

La brochure dei Candelieri 2018