Ritorna per il secondo anno il Premio Letterario “Tene Tene” (che in lingua sarda significa “acchiapparello”), bandito dalla Catartica Edizioni, che si articola in due sezioni: romanzi e racconti singoli.

Il primo tema: “Il mio miglior amico ha la coda. Storie di amicizia tra cuccioli d’uomo e animali” è stato scelto con l’intento di far riflettere su una amicizia speciale che molti bambini hanno la fortuna di condividere con gli animali.

Il secondo tema: “Posso dormire da te? Storie di complicità tra nonni e nipoti” invece vuole invitare a raccontare il rapporto tra i bambini e i loro nonni, rapporti dove spesso trova spazio una simpatica complicità.

In un periodo in cui troppo spesso si vedono bambini, anche piccolissimi, totalmente isolati dalla realtà e concentrati su un tablet o su uno smartphone, abbiamo pensato che invitare a raccontare storie semplici ma “vere” fosse una buona occasione per offrire spunti di riflessione sul mondo dell’infanzia e sui rapporti tra due mondi (bambini e animali) e due generazioni (bambini ed anziani).

Il concorso prevede anche una sezione riservata a tutti coloro che, alla data del 30 maggio 2019 non abbiano ancora compiuto 18 anni.

La giuria del concorso è affidata a membri qualificati tra cui giornalisti, scrittori, poeti ed insegnanti: Luana Farina, Ninni Tedesco, Elisabetta Spanu, Franca Falchi e Daniela Piras.

La scadenza per la presentazione degli elaborati è fissata per il giorno 20 aprile 2019. 
Tutti gli aggiornamenti e le schede biografiche dei componenti della giuria possono essere visionati nella pagina Facebook “Premio Letterario Tene Tene”.