Ultima partita nella Fiba Basketball Champions League prima della pausa natalizia e per la Dinamo Banco di Sardegna Sassari non arrivano regali. La formazione sassarese incassa un’altra sconfitta, stavolta sul campo dello Spirou Charleroi, con il punteggio di 57-63. Una brutta partita, piuttosto blanda, che potrebbe costare la panchina al coach Federico Pasquini.

Primo quarto equilibrato nella prima metà, poi lo Spirou Charleroi provava ad allungare il passo, arrivando fino all’11-7 a 4’16” dalla prima sirena. Il Banco ricuciva il piccolo strappo e ad 1’26” dalla fine del periodo arrivava una tripla di capitan Devecchi che ristabiliva la parità, sul 13-13. Dopo i primi 10’ il tabellone segnava 18-15 per i biancoverdi sassaresi.

La seconda frazione non mostrava una gran Dinamo. Dopo i primi minuti, infatti, i biancoverdi smettevano di segnare e, dal 23-17 in proprio favore, incassavano un parziale di 2-13 che riportava avanti lo Spirou, fino al 30-25. Si andava poi negli spogliatoi dopo una tripla di Stipcevic, sul 30-28 per i padroni di casa.

Nel terzo quarto proseguiva la fuga dello Spirou, che apriva le danze con un parziale di 12-0 che, a 4’56” dalla terza sirena, lo portava sul 42-28. La Dinamo doveva attendere metà periodo prima di segnare, ancora una volta con una tripla di Stipcevic, ma la partita era saldamente nelle mani dei belgi che toccavano il massimo vantaggio sul +15, 48-33 a circa 1’30” dalla fine del tempino. Si chiudeva dopo un piccolo break del Banco che tornava sul -10 (38-48).

In meno di un minuto dall’avvio dell’ultima frazione i padroni di casa infilavano un 6-0, con altri due punti a seguire che fissavano il nuovo massimo vantaggio sul 56-38. La dinamo provava a recuperare, complice anche un appannamento dei padroni di casa, e negli ultimi minuti, sospinta da Bell, si riportava quasi a contatto con gli avversari fuggitivi, sul 57-61 ad 1’15” dalla fine. Ma la rimonta si fermava lì.